shinystat spazio napoli calcio news Pineda Juventus: "Nel 2002 non giocai per non fare biscotti"

Ex Napoli, clamoroso Pineda: “Nel 2002 mi rifiutai di giocare contro la Juventus, non volevo fare ‘biscotti'”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Mauricio Pineda, ex giocatore argentino tra le altre di Udinese e Napoli, ha concesso una lunga intervista a La Nacion – e riportata dai colleghi di calciomercato.com -, nella quale ha parlato anche dell’ultima partita del campionato di Serie A 2001/2002, Udinese-Juventus, con i bianconeri che vinsero 2-0 e si assicurarono così lo scudetto, complice anche la sconfitta dell’Inter contro la Lazio. Ecco quanto evidenziato:

pineda juventus

“La Juventus, che è un gigante, è stata retrocessa a tempo debito. Luciano Moggi, che era l’amministratore delegato, era un Dio del calcio. Ma fu sanzionato e non è più tornato a fare il dirigente. Tanti lo hanno subito.

Ex Udinese, Pineda si rifiutò di giocare contro la Juventus per non fare il biscotto

Nel 2002, l’Udinese, che era già salva doveva giocare l’ultima partita contro la Juve, che aveva bisogno di vincere per forza. L’Inter di Cúper perse a Roma contro la Lazio. La Juventus vinse con l’Udinese 2-0 e divenne campione. Io avevo giocato ogni partita e quella volta non giocai. Non volevo fare “biscotti”.

Qualche giorno prima, dissi che mi tirava un muscolo e non giocai. Sono sempre stato molto chiaro. E se me lo avessero chiesto prima, lo avrei detto senza problemi. È venuto tutto alla luce. È tutto provato“.

LEGGI ANCHE: “Coleroso tumorato, andate via!”, vergognosi insulti a Immobile e sua moglie Jessica! (FOTO)

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy