shinystat spazio napoli calcio news De Luca Campania, ripresa allenamenti del Napoli possibile

De Luca: “Ci sono i presupposti per il Napoli di riprendere gli allenamenti. Dobbiamo essere responsabili, se ci sarà un nuovo contagio prenderemo provvedimenti”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter
DE LUCA CAMPANIA

DE LUCA CAMPANIAVincenzo De Luca, governatore della Regione Campania, ha parlato, durante la consueta diretta settimanale facendo il punto della situazione dei contagi, sulla fase 2 e sulle iniziative che la regione sta mettendo in campo, in particolare a partire da lunedì prossimo. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione.

DE LUCA CAMPANIA

De Luca Campania

“È difficile mettere tutti d’accordo. Per molta parte della società italiana sembra non essere cambiato niente. Se qualcuno pensa che nel mese di maggio torniamo a com’eravamo sei mesi fa, non ha capito niente. Se non siamo responsabili si andrà in contro ad una tragedia nazionale. Fino a che non avremo il vaccino, dovremo fare i conti con il virus e abituarci ad un altro modo di vivere”.

“Ogni due settimane, la Regione Campania, capirà se ci sono delle conseguenza alle decisioni prese. Dovremo fare una verifica perché se il contagio ricresce dovremo prendere provvedimenti. Vedo troppa allegria nell’aria. In Campania abbiamo cominciato con 3 persone e poi è diventato un inferno e ho il terrore di tornare in quella situazione. In Italia abbiamo centinaia di migliaia di asintomatici, non dobbiamo vivere nell’angoscia ma capire la serietà della situazione e avere accortezza”.

L’obbligo delle mascherine

“Dobbiamo essere rigorosi sull’obbligo dell’uso delle mascherine! È indispensabile, la Regione Campania sarà rigorosissima. Per chi trasgredisce a questo obbligo ci saranno delle sanzioni. Indossarle è nel rispetto di tutti, bambini e anziani su tutti. Stiamo completando la distribuzione in tutta la regione. Abbiamo anche prodotto più di un milione di mascherine per i bambini, una cosa unica in Italia”.

Limitare la mobilità

“In Campania abbiamo stabilito due fasce orarie per limitare la mobilità. Se decidessimo che ci si può muovere sempre ci sarebbe un caos per strada. L’orario serale è soprattutto per le famiglie con bambini”.

Sull’attività motoria

“Prossimamente attiveremo delle aree per permettere di fare footing. È consentita l’attività motoria personale, ma con la mascherina. Chi non la indossa non ha rispetto per se stesso, per gli altri ma anche per il grande lavoro che la regione sta facendo”.

Piano socio-economico

“Il piano socio-economico della Regione Campania è già stato attuato. Abbiamo detto e abbiamo fatto. È una cosa unica in Italia, con un investimento importante. Abbiamo stanziato 2mila euro per ogni micro-impresa. Dopo due settimane dal bando sul sito della Regione Campania, ricevere già i soldi del contributo è un miracolo. 50mila domande in più del previsto ma cercheremo di coprire anche quelle. Da lunedì proseguiranno i pagamenti a blocchi di 10mila imprese al giorno. Devo ringraziare tutti coloro che stanno lavorando con la Regione Campania”.

“Abbiamo stanziato anche un bonus per i professionisti, per i lavoratori autonomi di 1000 euro, che sono aggiuntivi con i 600 euro stanziati dal Governo. Abbiamo lavorato anche per le pensioni minime, siamo arrivati a 250mila pensionati ai quali porteremo la pensione al minimo a mille euro nei mesi di maggio e giugno. Stiamo lavorando con l’INPS e abbiamo trovato un’intesa per una convenzione. Ci sarà anche un contributo per i fitti delle prime abitazioni”.

“Ci sarà un bonus anche per gli studenti, per acquistare computer per le didattiche a distanza e per gli universitari che non hanno potuto usufruire dell’abitazione. Ci siamo mossi anche per la cassa integrazione. Dovremmo essere orgogliosi dell’immagine che oggi ha la Campania in Italia e all’estero. Possiamo camminare a testa alta”.

Per Ischia

“Ho fatto richiesta per una proroga della scadenza per l’occupazione di alberghi, per i terremotati di Ischia. Ci arrivano delle richieste anche per chi deve fare lavori di manutenzione alle barche. Cercheremo di fare il possibile”.

Arrivi in Campania

“Non c’entra il rapporto Nord-Sud. Stiamo ragionando su come evitare che chi arriva da altre regioni d’Italia possa aumentare il contagio. Noi non possiamo sbagliare. Finiamola con le stupidaggini con lo scontro Nord-Sud. Noi come Regione Campania ragioniamo in maniera laica. C’è la necessità che ci siano dei controlli per chi parte da fuori dalla Campania. Manterremo le restrizioni, chi viene da fuori deve segnalare la propria presenza all’Asl e deve andare in auto isolamento. Faremo dei controlli preventivi perché dobbiamo tutelare la nostra salute. Ci auguriamo che il Governo e le forze dell’ordine ci diano una mano. È un momento decisivo per la Regione Campania”.

Scaglionamento nei trasporti pubblici

“È inutile parlare di distanziamento nei trasporti pubblici. Ci sarà un aumento del 50%. Anche qui abbiamo approvato un’ordinanza per determinare uno scaglionamento negli servizi pubblici. Vedremo di dividerli in turni, per cercare di evitare gli affollamenti in autobus e treni. Ovviamente sui servizi pubblici è ancor più importante e obbligatorio l’uso della mascherina”.

Ripresa degli allenamenti

“Ci è arrivata una richiesta dalla società della SSC Napoli. Il presidente De Laurentiis ha proposto un piano per gli allenamenti. A Castel Volturno hanno tre campi di calcio e si possono fare gli allenamenti per fasce orario e senza l’uso delle docce. Ci sono tutti i presupposti per far riprendere gli allenamenti del Napoli. Ora studieremo questo piano ma penso che, con queste garanzie, come anche il tampone per giocatori e addetti ai lavori c’è questa possibilità”.

In conclusione

“In conclusione, penso che più di quello che stiamo facendo era impossibile. Voglio dire ai nostri concittadini che ora siamo nella fase più importante. Lunedì c’è stato un momento di liberazione. Ribadisco che da oggi è obbligatorio l’uso della mascherina, non è un sacrificio impossibile, serve per tutelare noi e i nostri cari. Vi chiedo di essere responsabili e di aiutarci. Prima o poi dovremo arrivare a scongelare tante attività economiche, nell’arco di due, tre settimane. Siate consapevoli che il successo della lotta è nelle nostre e nelle vostre mani. Bisogna essere vigili e affronteremo questa fase con facilità, sono fiducioso. Dimostreremo all’Italia che sappiamo essere rigorosi nel rispetto delle leggi. Un ultimo saluto va a coloro che hanno perso un loro caro in questo brutto momento”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy