Home » News Calcio Napoli » In passato fu cercato anche dal Napoli, nuova squadra per Ilicic: è fatta!

In passato fu cercato anche dal Napoli, nuova squadra per Ilicic: è fatta!

Un altro lieto fine regalatoci da questo magnifico sport che è il calcio: Josip Ilicic è un nuovo calciatore dell’NK Maribor. Lo sloveno torna dunque fra i tesserati di un club dopo l’estate passata da svincolato, e lo fa tornando nella madre patria, in Slovenia.

La sua ultima magia fu al Mestalla di Valencia, all’epoca vestiva la maglia dell’Atalanta. Quel giorno, Ilicic, fu protagonista di una sublime prestazione da 4 gol, condita da uno spettacolare sinistro dal limite insaccatosi sotto l’incrocio dei pali. Poi il Covid, il Lockdown, la depressione, l’apparente rinascita ed infine la completa sparizione, culminata con la risoluzione contrattuale in estate con la Dea. Josip ha però avuto la possibilità di salutare i propri tifosi, con la passerella d’onore lo scorso 1 settembre, prima di Atalanta-Torino.

Ilicic atalanta maribor
FOTO: Getty – Josip Ilicic

Una vita passata in Italia per Ilicic, fra Palermo, Firenze e Bergamo. Lì, il ricordo più bello è sicuramente il pallonetto da centrocampo rifilato all’oggi portiere del Napoli, Salvatore Sirigu. Ciò che non tutti sanno è che, ad oggi, i due avrebbero potuto esser compagni di squadra se solo, nel 2019, la trattativa con gli azzurri fosse andata definitivamente in porto. Sembrava fatta, lo dicevano anche i media. Un nuovo gioiello alla corte di Ancelotti e da ammirare all’ombra del Vesuvio. Poi il disperato tentativo di Percassi, la sfida accettata e un soggiorno prolungato in maglia nerazzurra, senza però tornare quello di una volta.

LEGGI ANCHE:   Benitez: "Napoli stratosferico, ho parlato con Spalletti", poi la previsione sullo Scudetto

Sembrava fatta quella trattativa, e poi il nulla. Una sinistra similitudine fra il suo possibile passaggio al Napoli e il declino della sua carriera. Ciò che tutti ci auguriamo è invece che Josip Ilicic, ormai trentaquattrenne, possa tornare a splendere come una volta, anche senza casacca azzurra.

Mario Reccia