Home » Napoli Calcio - Le migliori notizie » Koulibaly: “Legame speciale con città e i tifosi. Futuro? Alcuni andranno via ma il Napoli lotterà per vincere”

Koulibaly: “Legame speciale con città e i tifosi. Futuro? Alcuni andranno via ma il Napoli lotterà per vincere”

Il nome di Kalidou Koulibaly è uno dei più chiacchierati in casa Napoli. Il difensore ha il contratto in scadenza nel prossimo anno e per il momento manca ancora l’accordo per il rinnovo, nonostante la volontà di trattenerlo sia dell’allenatore Spalletti, sia di tutti i tifosi.

Ha parlato a tutto tondo Koulibaly ai microfoni di BBC Sport Africa. Il senegalese ha detto la sua sia sulla stagione appena finita, con il rammarico per lo scudetto mancato, sia sul futuro suo e della società azzurra.

Kalidou Koulibaly
Foto: Getty Images- Kalidou Koulibaly

Koulibaly: “C’è qualcosa di speciale fra me e i tifosi del Napoli”

Di seguito quanto riportato dalla nostra redazione:

Futuro? Perderemo anche alcuni giocatori, alcuni se ne andranno, alcuni contratti scadranno. Ci saranno alcuni cambiamenti la prossima stagione. Ma so che il Napoli farà di tutto per lottare ancora nella corsa al titolo“.

Tifosi del Napoli? “Mi apprezzano e io li apprezzo. Loro sanno che sto facendo del mio meglio in campo per loro. Quando scendi in campo e tutti urlano il tuo nome, è fantastico. Possiamo dire che sono cresciuto qui e che i miei figli sono nati qui, quindi ho un legame molto speciale con le persone di Napoli”.

Coppa d’Africa? “I tifosi del Napoli sono i primi tifosi, ho ricevuto tanti messaggi sui social quando abbiamo vinto la Coppa. Sono davvero felice di questo rapporto speciale. Quando i miei amici o i miei fratelli arrivano a Napoli, vengono accolti molto bene. C’è qualcosa di speciale tra me e loro“.

Rimpianto Scudetto? “Non posso dire di essere totalmente felice perché la corsa al titolo è stata qualcosa di importante anche per noi, ma non siamo riusciti ad ottenere i punti che ci servivano per vincere. I tifosi erano un po’ dispiaciuti perché volevano che lottassimo per il titolo. Considerando il loro affetto, è un peccato e ha fatto davvero male. Quando giochi per il Napoli è come se giocassi per un piccolo Paese e non devi mai dimenticarlo. Amano il calcio, amano il loro club e amano i loro colori. Potevamo fare meglio, ma possiamo essere felici di essere in Champions League la prossima stagione”.