Meret: mesi cruciali in chiave rinnovo, ecco la strategia dell’entourage

Il Napoli guarda alla sfida di Bologna con la speranza di rilanciarsi dopo la serata storta del Maradona contro la Fiorentina. Gli uomini di Luciano Spalletti cercheranno infatti di fare eco alla vittoria di misura ottenuta contro la Sampdoria per poter tenere il passo almeno della zona Champions.

Per farlo, i partenopei dovranno affidarsi ai guantoni di Alex Meret, appena negativizzato dal Covid-19 ma già chiamato a prendersi per mano la porta del Napoli. Il portiere ex Udinese è subentrato nella seconda frazione del match contro i Viola a causa del problema fisico accusato da David Ospina, e avrà una maglia da titolare in quel di Bologna con la speranza di rilanciare anche se stesso.

Il punto sul futuro

Chissà se il tutto non possa svelarsi cruciale anche per capirne di più sul suo futuro, di cui viene fatto un punto nell’edizione odierna de Il Corriere dello Sport. Il quotidiano ricorda che su David Ospina – in scadenza di contratto nel prossimo 30 giugno, ci sono le sirene del Real Madrid dell’ex Carlo Ancelotti, che lo portò in Italia nell’estato del 2018.

Il colombiano potrebbe essere tra i calciatori pronti a lasciare Napoli in virtù di una politica di contenimento costi in materia di monte ingaggi e per il suo rinnovo è tutto fermo.

Meret – si legge – ha un altro anno di contratto (scadenza 2023) e vuole sfruttare questi mesi per conquistare certezze. Poi il suo entourage dialogherà con la società per capire se ci saranno i presupposti per il rinnovo contrattuale.

Francesco Fildi

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI