Ex preparatore portieri Napoli, Tarallo: “Meret è più forte di Ospina, peccato non aver puntato su Sepe. Sarri? Non tornerà”

Luciano Tarallo e Nicola Lombardo
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’unico errore che imputo a Gattuso è la scelta di puntare su Ospina, invece che dare spazio a Meret. Sono due ottimi portieri, ma Meret è molto più forte. Peccato che il Napoli in passato non abbia puntato pure su Sepe, purtroppo non ci hai mai creduto. Da quello che so, Sarri non tornerà a Napoli”. L’ha detto oggi ai microfoni di Radio Crc Luciano Tarallo, preparatore dei portieri della Casertana (Serie C) ed ex componente dello staff tecnico di Sarri ai tempi del Napoli.

Domani il Napoli andrà a Torino da favorito – ha detto Tarallo a Radio Crc – vista la classifica, agli azzurri potrebbe bastare pure un pareggio”. Domani dovrebbe esserci il rientro di Ospina tra i pali. “I portieri maturano a 28 anni – ha detto Tarallo a Radio Crc – Meret ne ha 24. Dal punto di vista della tecnica, Meret è molto più forte di Ospina. Il colombiano, però, dalla sua ha un vissuto molto più importante. Tra i due, però, preferisco Meret. Il fatto che non giochi con continuità, per me, rappresenta l’unico errore di Gattuso sulla panchina del Napoli”.

Nella sua esperienza napoletana, Tarallo ha allenato pure Sepe. “È un portiere moderno – ha detto Tarallo a Radio Crc – il Napoli, però, non ci ha mai puntato. Per fortuna si è rilanciato a Parma”. Inevitabile la domanda sul possibile ritorno di Sarri. “Da notizie in mio possesso – ha detto Tarallo a Radio Crc – si evince che Sarri non tornerà a Napoli”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI