Barrow, l’agente: “Napoli? Lo segue il Borussia Dortmund, ma preferirei tenerlo in Italia”

barrow gol
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luigi Sorrentino, agente tra gli altri di Barrow:

“Bologna a Napoli con i cerotti? Costante del campionato, vale per tutte le società. Basti pensare che Osimhen è stato la punta di diamante del mercato ma si è visto poco. Io spero che arrivi un Bologna con la voglia di far dimenticare la partita di Cagliari, una squadra sicuramente non lenta come in Sardegna. Il gioco pur sgorgando dalla difesa non arrivava mai in attacco. Mi aspetto ritmi maggiori. Mihajlovic farà cantare il Bologna? Speriamo che non cantino come lui a Sanremo. Sortite extra calcio? Io guardo a casa mia, ognuno deve fare una disamina e capire quanto può essere professionale o meno partecipare a queste trasmissione.

Napoli? Non è per niente una formazione modesta ma purtroppo diamo dei giudizi senza pensare che questo è un campionato completamente diverso da tutti gli altri campionati. Ci sono partite una dietro l’altra, le squadre sono dimezzate, non c’è stata preparazione. E’ un macello ed è normale che non ci sia continuità di rendimento. Barrow? Io faccio l’avvocato ma per me è un attaccante. Che sia un centrale o una seconda punta cambia poco, sicuramente non è un esterno. Nel 4-2-3-1 lui può fare benissimo l’attaccante centrale anche perché così non deve stare fermo ad aspettare il pallone, la sua forza è proprio ricevere la palla in movimento e grazie alla velocità puntare l’avversario. Mihajlovic lo riteneva un esterno perché da esterno gli ha fatto 9 gol, quindi prima di spostarlo ci ha pensato tanto. Solo che l’anno scorso non rientrava così spesso come gli viene chiesto quest’anno.

Borussia Dortmund su Barrow? Li ho sentiti solo due mesi fa e mi hanno chiamato per dirmi che stanno seguendo il ragazzo. Napoli destinazione gradita? Io sono della provincia di Napoli quindi sarebbe un ritorno a Napoli ma al momento stiamo benissimo a Bologna. Non è reato provare a migliorarsi ma visto che stiamo bene in un posto è difficile andare via. Io spero di tenerlo in Italia perché il nostro campionato è il più bello. L’unica cosa che posso dire è che il ragazzo sa giocare a calcio e tante volte predilige passare il pallone a chi è meglio piazzato piuttosto che cercare la conclusione. Riesce sempre a fare qualcosa di importante, se non è un gol è un assist. La mia gioia è vederlo giocare”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI