Benevento, D’Angelo: “Il nostro portiere è stato impegnato poco o niente. Ci è mancata lucidità in attacco”

D'Angelo
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Maurizio D’Angelo, vice di Filippo Inzaghi, ha parlato in conferenza stampa al termine di Napoli-Benevento, gara valida per la 24ª giornata di Serie A e vinta dagli azzurri per 2 a 0. Di seguito quanto evidenziato:

Come giudica questa prestazione? Non mi pare che il nostro portiere abbia dovuto fare grossi interventi, devo dire che sono tutto sommato soddisfatto soprattutto di alcune ottime letture in fase difensiva. Le scelte? Il mister ha voluto dare continuità rispetto alle ultime prestazioni positive, per questo Barba e Tuia sono stati riconfermati in tandem al centro della retroguardia. Schiattarella non stava benissimo e abbiamo messo in preventivo che potesse giocare solo un tempo”.

Come sta Lapadula e come valuta l’impatto di Gaich? Gianluca ha un problema alla caviglia, parleremo domani mattina con lo staff medico per fare il punto della situazione. Quanto a Gaich, è un ragazzo che sicuramente deve trovare la miglior condizione fisica ma ha fatto vedere che le sue caratteristiche sono interessanti. Ci dà presenza in area, fa reparto, si muove bene e sta a noi velocizzare il suo ambientamento”.

Il rientro di Letizia potrebbe consentire di passare ad un modulo diverso, che esalti il gioco degli esterni? Sicuramente sì, anche se abbiamo una identità ben precisa che non dobbiamo nè vogliamo snaturare. Indubbiamente avere di nuovo Letizia è un’ottima notizia per noi, c’è un altro ragazzo come Foulon che sta completando il suo processo di maturazione e che sta rispondendo bene rispetto a quello che gli chiediamo. In un percorso ci può stare qualche sbaglio, lo mettiamo in preventivo. Ma sulle fasce siamo ben coperti”.

Non crede che nelle ultime gare il Benevento sia stato meno propositivo? Sono d’accordo in parte. Stasera abbiamo fatto fatica ad innescare i calciatori di maggiore qualità. Li tenevamo più alti possibile, con Viola e Ionita che dovevano allungare la squadra dettando la profondità. E’ vero che nelle ultime partite siamo stati meno propositivi, ma le nostre occasioni le creiamo sempre. Basti rivedere le gare immediatamente precedenti. Non avere Schiattarella al top è un problema, ma lo ringraziamo perchè ha fatto di tutto per esserci. Almeno per un tempo. La nostra fase offensiva è stata meno lucida, ma avevamo preparato le cose in modo differente”.

Bisogna voltare pagina, ora Verona e Spezia. Dovremo cambiare ancora una volta la difesa, Barba era diffidato ed è stato ammonito ma in quel ruolo abbiamo giocatori importanti che ci fanno dormire sonni tranquilli. Tornare subito in campo è un vantaggio, ci sarà occasione per tutti per mettersi in mostra”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI