Repubblica – Osimhen, si spazia da uno stop minimo di un paio di giorni al pericolo di un riposo forzato di almeno un mese

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

C’è stata tanta paura per le condizioni di Victor Osimhen dopo il duro impatto col terreno nella sfida con l’Atalanta. Il centravanti azzurro adesso sta bene ma ci vorrà un po’ prima di rivederlo in campo. Ecco quanto scrive l’edizione odierna di Repubblica:

Già ieri mattina l’attaccante azzurro è stato infatti dimesso in buone condizioni dall’ospedale Papa Giovanni di Bergamo e durante la giornata di oggi sarà sottoposto a un’accurata visita neurologica alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno, decisiva per stabilire la tempistica precisa del suo ritorno in campo.

Per i casi di trauma cranico nello sport professionistico esiste un protocollo assai rigoroso da rispettare e a guidare i passi dello staff medico del Napoli sarà quindi il contenuto della diagnosi, in ossequio alla quale verrà successivamente stabilito quando il giocatore nigeriano potrà riprendere a pieno regime l’attività agonostica.

Si spazia da uno stop minimo della durata di un paio di giorni al pericolo di un riposo forzato almeno di un mesetto. Ma l’ottimismo è giustificato dall’esito della Tac e degli altri esami eseguiti a caldo nella notte di domenica, subito dopo la corsa in ambulanza di una decina di minuti dal Gewiss Stadium al più vicino pronto soccorso“.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI