Home » Interviste » Italiano: "Il calcio è imprevedibile, nella nostra peggior partita portiamo a casa i tre punti. Sono felicissimo"

Italiano: “Il calcio è imprevedibile, nella nostra peggior partita portiamo a casa i tre punti. Sono felicissimo”

L’allenatore dello Spezia, Vincenzo Italiano, ha parlato ai microfoni di Dazn nel post gara contro il Napoli:

“Brutta prestazione e portiamo a casa punti, il contrario di quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Il calcio è imprevedibile. Nella nostra peggior partita, riusciamo a portare a casa 3 punti contro una squadra superiore. Se in altre situazioni eravamo lì a recriminare, ci prendiamo questi tre punti che servono come il pane anche per smuovere la classifica, sorridere durante la settimana dato che nell’ultimo periodo stava diventando pesante.

L’inferiorità numerica in questa categoria è tremenda, oggi a noi è andata bene. Sono convinto che con un uomo in meno si fa troppa fatica e quindi avere qualche giocatore in avanti cerchi di respirare e l’idea era quella. Bravi i ragazzi che non hanno mollato, non era semplice. Nel primo tempo avevamo paura di giocare e rimontare mi ha sorpreso, sono contento. Dobbiamo lavorare e abbiamo ancora tanto da fare, ma affrontiamo la prossima partita con più entusiasmo.

Nzola che margini di crescita ha? Penso che mostruosi, ha fisicità, velocità, struttura per reggere con il confronto con tanti giocatori di livello. È giovanissimo, ha ottime prospettive davanti. Sono felice della sua prestazione, soprattutto quando siamo rimasti in inferiorità, significa che l’attaccamento alla maglia sta uscendo fuori anche in lui. Non era un grandissimo goleador, ma sta crescendo. Ha tutto per diventare un attaccante di valore.

Gioco sempre in avanti? Devo dire la verità, ho sempre il timore di stare a ridosso della nostra area e dare palloni ai nostri avversari. Nel primo tempo non mi è piaciuto non giocare, chi è entrato ha giocato bene e chi entra dalla panchina deve fare in modo di cambiare la partita”.