shinystat spazio napoli calcio news Fatturato Napoli, aumenti quasi triplicati per De Laurentiis

TMW – Napoli miniera d’oro per De Laurentiis: fatturato quasi triplicato! Anche la Filamauro ringrazia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Aurelio De Laurentiis ha trovato nel Napoli la propria miniera d’oro. Il perché – come si evince dal focus di tuttomercatoweb.com – è chiarissimo da due dati: la holding di famiglia è rappresentata al 93% dal fatturato degli azzurri nel 2018-19, con 299,8 milioni su 321.

La FilmAuro ha avuto un calo brusco, dai 22,5 milioni dell’anno precedente ai 13,1 milioni di quello successivo, comunque con un utile di 2 milione. Ma è evidente che la squadra trascini gli affari del gruppo. Anche perché negli ultimi dieci anni sono solamente tre quelli in negativo, per un totale di 22,3 milioni.

Fatturato Napoli, oculata gestione di De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis tiene i costi bassi e non fa mai il passo più lungo della gamba. Che è la stessa mentalità che porta ad acquisire Lozano per 40 milioni di euro e non Nicolas Pepe o James Rodriguez, che hanno un costo molto superiore soprattutto nella gestione annuale dello stipendio. E grazie a stipendi bassi e una imprenditorialità accorta, i bilanci sono praticamente sempre in utile. Il punto massimo è nel 2016-17, l’anno della cessione di Higuain, con 66 milioni di euro di utile, una cifra monstre.

In compenso il fatturato oscilla sempre per tre fattori: i diritti televisivi, la qualificazione in Champions League, le plusvalenze. Per il resto l’operatività cambia di anno in anno.

LEGGI ANCHE: Giuntoli a Sky: “Boga è molto forte: ci farebbe comodo uno come lui”

Da 117 a quasi 300 milioni, come sono cresciuti i conti

Dai 117 milioni di fatturato del 2011-12 si è passati a quasi 300 dell’anno scorso, anche grazie a una buona Champions League. La qualificazione alla coppa porta respiro alle casse azzurre, che altrimenti devono essere puntellate dalla cessione di uno dei migliori. Di fatto il gioco è semplice: puntare su un giocatore in forte ascesa, ma con stipendio accettabile e giovane, tra i 21 e i 25 anni. Farlo crescere, ammortare il costo per tre-quattro anni, poi cederne uno all’anno per andare almeno in pari, due se c’è bisogno di fare cassa. Così la rosa continua a essere di ottimo livello, senza grossi stravolgimenti. E nessuno che può chiedere 10 milioni di euro annui (ma nemmeno 5).

Fatturato Napoli, la crescita negli anni

2011-12
117 milioni di fatturato
14,7 milioni di utile

2012-13
144,9 milioni di fatturato
8 milioni di utile

2013-14
234,4 milioni di fatturato
20,2 milioni di utile

2014-15
143,3 milioni di fatturato
-13,1 milioni di utile

2015-16
155,3 milioni di fatturato
-3,2 milioni di utile

2016-17
308 milioni di fatturato
66 milioni di utile

2017-18
215 milioni di euro
-6 milioni di utile

2018-19
299,8 milioni di fatturato
29,1 milioni di utile

TOTALE GESTIONE: 115,7 MILIONI DI EURO

Fonte: tuttomercatoweb.com

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy