shinystat spazio napoli calcio news Protocollo allenamenti Napoli - Più rigore dopo i casi in A

Ripresa allenamenti Napoli, previsti protocolli più rigorosi dopo i nuovi casi nelle altre società Serie A

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

PROTOCOLLO ALLENAMENTI NAPOLI – L’edizione di Repubblica presente in edicola oggi ha scritto a proposito della ripresa degli allenamenti del Napoli. Di seguito i principali passaggi evidenziati dalla nostra redazione:

“La ripresa delle attività di allenamento da parte dei calciatori del Napoli è slittata di un giorno. Ciò è dovuto ad un lieve ritardo dei risultati riguardanti il secondo tampone sottoposto ai calciare ed allo staff tecnico azzurro. I risultati del test sono infatti attesi nella mattina di oggi da parte dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. I risultati dovrebbero confermare, si spera, la negatività di tutti i calciatori del Napoli, del mister Rino Gattuso e di tutto il suo staff”.

Protocollo allenamenti Napoli, più rigore dopo i nuovi casi in Serie A

Protocollo allenamenti Napoli

“Dopo i nuovi casi di positività emersi all’interno di altre società di Serie A, come ad esempio Fiorentina, Sampdoria, Torino e Milan, il Napoli si è imposto un protocollo ancora più rigoroso. Non ha quindi molta importanza se l’attesa sarà leggermente più lunga, la salute per la società azzurro ha l’assoluta priorità su tutto il resto. La ripartenza degli allenamenti è stata per questo motivo rinviata a domani, quando Castel Volturno riaprirà i battenti, dopo un lungo periodo di quarantena: iniziata il 12 marzo”.

Tutti i dettagli sulla ripresa degli allenamenti

Il Corriere dello Sport all’interno dell’edizione odierna ha aggiunto ulteriori dettagli sul protocollo di allenamenti del Napoli:

“Domani, dopo un lungo periodo di quarantena, si avrà finalmente una domenica che avrà il vago sapore di calcio a Castel Volturno. Ai calciatori è stata già comunicata la divisione in due turni distinti di allenamento: un allenamento mattutino alle ore 11 ed uno alle ore 14. Gattuso e il suo staff spiegheranno come affrontare quell’ora di preparazione fisica, attraverso un lavoro aerobico. Successivamente si prenderà possesso dei tre campi, che saranno a disposizione di tre giocatori ‘concentrati’ per ogni seduta. A bordo campo ci saranno bottiglie personali per dissetarsi, il medico sociale e forse un magazziniere. Completamente esclusa la presenza di dirigenti a bordo campo”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy