shinystat spazio napoli calcio news VIDEO SN - Baronio: "La squadra non riesce a giocare con coraggio e tranquillità, dobbiamo migliorare negli ultimi metri"

VIDEO SN – Baronio: “La squadra non riesce a giocare con coraggio e tranquillità, dobbiamo migliorare negli ultimi metri”


L’allenatore del Napoli Primavera, Roberto Baronio, ha parlato a margine del pareggio ottenuto con la Fiorentina a Frattamaggiore. Queste le parole del tecnico, ai microfoni, tra gli altri, di SpazioNapoli.it.

“Provo a dare delle soluzioni durante la settimana, i ragazzi sono stati bravi sia nella fase difensiva, giocavamo contro una squadra valida. Serviva forse un po’ più di coraggio: non riescono a giocare con coraggio e tranquillità, come poi hanno fatto nel secondo tempo. A volte, quello che propongono durante la settimana, non riescono a metterlo in pratica durante la partita. Nel secondo tempo, ad esempio, qualche volta dal portiere siamo arrivati nella loro area di rigore. È una cosa di convinzione e motivazione, che deve essere risolta il prima possibile. Contro il Chievo la partita doveva essere vinta, perché l’avevamo portata fino a 3 minuti dalla fine. Questa, invece, potevamo vincerla e anche perderla, ci sono degli episodi che potevano essere a favore, come il calcio di rigore, ma l’arbitro può vederla in un altro modo. Dobbiamo rafforzare questi pareggi, vincendo la prossima partita in casa. Così valorizzeremo questi pareggi.

La squadra deve riuscire a capire che, quando sa quello che fa, sa giocare. L’hanno dimostrato anche oggi, nel secondo tempo; io li aiuto durante la settimana, facendoli capire che quando giocano come sanno sono bravi. In campo, poi, devono metterci del loro. Siamo ancora all’inizio ma dobbiamo cercare di mettere più punti perché la situazione in classifica è quella che è.

Stiamo facendo fatica a trovare il gol su azione; sfruttiamo bene i calci piazzati e dei movimenti in area dove vengono causati dei rigori. Dobbiamo migliorare negli ultimi metri per riuscire ad andare in gol anche su azione.

Senese? Le sue prestazioni non dipendono da un compagno o dall’allenatore. Se Alberto vuole fare la prestazione di oggi a livello mentale, può farlo. Bisogna che trovi continuità, dipende esclusivamente da lui.”

VIDEO

Preferenze privacy