shinystat spazio napoli calcio news Allegri rivela: "Ronaldo sta bene e gioca, la partita con il Napoli vale due terzi di scudetto! Sarebbe una soddisfazione batterli"

Allegri rivela: “Ronaldo sta bene e gioca, la partita con il Napoli vale due terzi di scudetto! Sarebbe una soddisfazione batterli”


La conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia della partita tra Napoli e Juventus

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa per presentare il match di campionato con il Napoli. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

Il Napoli sta facendo un grande campionato. Domani sarà una bella serata di sport in primis e troveremo un sacco di gente e uno stadio che spingerà il Napoli. Noi dovremo farci trovare pronti facendo una grande partita lucida, tecnica e di intensità sapendo che a Napoli le partite non finiscono mai.

Ronaldo sta bene, si è allenato con la squadra e domani giocherà. Per quanto riguarda gli infortunati, Khedira farà controlli e non ci sono date di rientri. Douglas speriamo di recuperarlo per l’Atletico. Gli altri non rientrano. L’unico che possiamo recuperare è Douglas Costa.

Giocare con due centrocampisti? Dipende. La possibilità di giocare con due, due e mezzo, dipende da quanti giocatori offensivi metto davanti, dai cambi che ho, da come mi immagino la partita. In questo momento se giocano Dybala e Bernardeschi con Mandzukic e Ronaldo in panca abbiamo solo Kean, altrimenti uno tra Dybala e Berna starà fuori e sarà un cambio importante, Questi però sono quelli che abbiamo e dobbiamo fare bene. E sono convinto che domani la Juve farà una grande partita.

Se domani può essere una partita utile per preparare quella con l’Atletico? Sono gare diverse. Domani è una partita che vale molto per lo scudetto perché in caso di risultato positivo le nostre possibilità aumenterebbero tanto. Poi è una grande sfida perché loro vogliono batterci per dimostrare che sono più bravi di noi, ce l’hanno dentro, è una settimana o forse più che preparano questa partita. Noi dovremo fare una partita di grande livello perché si affrontano due squadre che negli ultimi anni hanno lottato per lo scudetto. Io credo che domani non sarà una partita bloccata, il Napoli gioca in modo diretto e troveremo quindi qualche spazio”.

L’Atletico è secondo il Liga, il Napoli è secondo in Serie A, si può dire quindi che la A è meno probande della Liga?

“Discorso difficili. La Liga è un campionato diverso da quello italiano. Il Napoli ha 59 punti, la proiezione alla fine è che arrivino a 85 punti, magari anche 90 al momento. È che la Juventus finora ha fatto un campionato importante. L’anno scorso il Napoli a questo momento aveva 10 punti in più, la Juve 4 in meno. Vincere i campionati non è semplice.

Domani ci giochiamo due terzi di scudetto. Questione di matematica. Domani è una partita dove noi ci giochiamo tantissimo dello scudetto. A livello mentale sarebbe una soddisfazione andare a battere la seconda e confermare quello che stai facendo, perché il campionato alla fine lo vince la più forte, quella che è stata più regolare e ha dato continuità perché devi arrivare a un tot di punti facendo gol e subendone pochi. Domani uno tra Emre Can e Bentancur sarà in campo.

Poi un passaggio sui suoi social che ha deciso di chiudere: “Ci lamentiamo quando si leggono cose e succedono dei fatti che sono gravi. Però purtroppo i social sono uno strumento valido ma non per tutti. Questa è la verità, perché quando poi si legge pedofilia, stalking, viene tutto dai social perché la gente si nasconde. Ma questo non è un problema che Allegri non capisce niente, che ci sta pure. È un problema sociale e non è per tutti, come tante cose della vita non sono per tutti”.