Razzismo al Bentegodi, ecco la risposta dell’Hellas

La società risponde al comportamento dei propri tifosi

Ora basta

Dopo le vicende legate a Verona-Napoli che hanno visto come protagonista il razzismo e non il campo, è arrivata l’attesa presa di posizione da parte della società dell’Hellas. Si legge infatti in un comunicato: “L’Hellas Verona FC, in merito ad alcuni episodi accaduti in occasione della sfida con il Napoli, è rammaricata per aver visto ingiustamente lesa l’immagine di una intera Città, patrimonio culturale che accoglie milioni di turisti, e di una Società che da sempre lotta in favore di un tifo sano e del fair-play sportivo. Nel caso venissero reiterati tali comportamenti, dai quali ci dissociamo, sin dalla prossima partita a Crotone si rischiano provvedimenti ancor più drastici quali la chiusura di alcuni settori del ‘Bentegodi’, conseguenze che andrebbero non solo a danneggiare ulteriormente la Società bensì anche la squadra, che verrebbe privata di un elemento fondamentale come i propri tifosi”.

“Pertanto – si legge ancora nel comunicato – il Club, nell’auspicarsi che i collaboratori preposti a vigilare sui campi e, conseguentemente, la Giustizia Sportiva adottino sempre equità di giudizio condannando altrettanto fermamente anche le gravi espressioni ingiuriose e diffamatorie udibili nei confronti della nostra città, della nostra tifoseria e dei nostri tesserati, invita i propri sostenitori a mantenere un comportamento volto al caloroso incitamento della nostra squadra, tifo che per caratteristiche ed attaccamento lo rende unico nel panorama calcistico”.