shinystat spazio napoli calcio news RELIVE / Sarri: "Il Crotone come il Real, spero che i ragazzi siano incazzati! Dico che quest'anno siamo più forti. Durante Juve-Milan ero col mio cane..."

RELIVE / Sarri: “Il Crotone come il Real, spero che i ragazzi siano incazzati! Dico che quest’anno siamo più forti. Durante Juve-Milan ero col mio cane…”


15.05 – La diretta testuale della conferenza stampa di Maurizio Sarri finisce qui. Per ogni altro aggiornamento, continuate a seguirci su SpazioNapoli.it. 

JUVE-MILAN“Non ho visto Juve-Milan, ero col mio cane che ha vissuto storie difficili, è un cane strano (scherza, n.d.r), eravamo fuori. Non l’ho vista, che ti devo dire, da come se ne parla saranno successe cose incredibili ma io non faccio il presidente degli arbitri e anzi, ci continuano a dire che abbiamo gli arbitri migliori al mondo. Che dirvi, crediamoci…”.

ROG VICE CALLEJON“Secondo me non ha quelle caratteristiche, non si può esaltare lì da esterno. Può essere utile in altre situazioni”.

DAL REAL AL CROTONE“Bisogna che la squadra dimostri maturità pensando all’obiettivo che, se è importante, non prevede alibi. Il Crotone o il Real fa lo stesso”.

SENZA HIGUAIN“Abbiamo cambiato modo di giocare. Con tre giocatori veloci e tecnici è normale, o sfondano o perdono palla. Non sono giocatori che possono proteggere e aspettare la squadra salire. Qualche palla persa in più ci ha portato problemi”.

RETI SUBITE“Quando si prende gol i coglioni girano sempre. Roma e Real sono situazioni diverse: Strootman si inserisce in un modo, Ramos in un altro sulle palle ferme. Ci può stare ma nello stesso tempo ti fanno rabbia: soprattutto il secondo gol di Ramos, una palla innocua che senza la deviazione di Dries non avrebbe sortito effetti. Dobbiamo migliorare, non possiamo in fisicità ma in aggressività sì”.

CHAMPIONS “Ventitré punti sufficienti? Pensiamo a domani, ragioniamo partita dopo partita, il resto è conseguenza. Non pensiamo al lungo periodo, domani Crotone, poi Empoli. Non andrei oltre”.

MILIK“Siamo stati sfortunati. L’infortunio di Milik ci ha fatto scoprire Mertens, ma ci ha privato di un grande centravanti. Ora lui è guarito, ma viene comunque da un grave infortunio. La sua condizione non può essere quella pre-infortunio. Siamo stati sfortunati, anche su qualche episodio, qualche punto in più poteva darcelo, ma è normale. Lo scorso anno avevamo avuto meno episodi negativi ma ripeto: secondo me stiamo facendo meglio ora che lo scorso anno”.

PUNTI PERSI CONTRO LE PICCOLE“Non penso sia un problema solo nostro, le squadre ogni tanto hanno le stesse difficoltà. La Roma ha lasciato dei punti, la Lazio ha perso contro il Chievo. Sono cose normali, il nostro è un campionato diverso fatta eccezione per la capolista, rispetto ai campionati stranieri e alla Premier. Lì il divario è enorme. Qui il divario tra squadre di alta e medio-bassa classifica non è ampio: sono organizzate e difficili da affrontare rispetto a squadre di pari squadre in altri campionati. Se si fosse primi nel rendimento esterno o interno sarebbe diverso. Lo scorso anno avevamo un centravanti diverso, chiediamoci cosa è cambiato. Quest’anno andiamo meglio fuori, anziché dentro perché con Higuain c’era un modo di porsi differente”.

TURN-OVER – “Milik titolare? Vediamo anche l’allenamento di oggi, poi decidiamo. Ieri la sensazione visiva era di un buon recupero da parte di molti. Oggi avremo riscontri più scientifici, vediamo la situazione”.

SECONDO POSTO E TIM CUP“Gli obiettivi partono da domani: dobbiamo andare in campo volendo sempre vincere. Più ci riusciamo più possiamo arrivare in alto. Penso solo a domani, le gare dopo la Champions sono sempre difficili, ritrovare energie non è semplice. Penso solo a domani”.

REAL MADRID“Per la crescita del gruppo è stata una esperienza forte, ci ha dato riscontri positivi, altri negativi ma comunque una esperienza di forte crescita. Spero ci abbia lasciato incazzatura, se vogliamo diventare forti bisogna essere arrabbiati sempre dopo ogni sconfitta. Il clima del dopo partita è stato un clima disteso. C’è il rischio di non avere però né entusiasmo né incazzatura per l’eliminazione. Spero che i ragazzi siano arrabbiati. Affrontiamo una sfida non semplice in un momento in cui bisogna guardare la classifica”.

14.32 – Poco meno di un quarto d’ora all’inizio della conferenza. All’esterno del centro sportivo intanto presenti circa una cinquantina di tifosi.

Lettrici e lettori di SpazioNapoli benvenuti sulle nostre pagine per la diretta testuale della conferenza stampa di Maurizio Sarri. Il tecnico del Napoli, dalle 14.45, parlerà dal centro sportivo di Castel Volturno, per presentare la sfida che gli azzurri giocheranno domani, alle ore 15.00 al San Paolo, contro il Crotone di Davide Nicola. 

Un abisso separa le squadre: il Napoli è attualmente terzo, a meno due punti dalla Roma che sarà invece impegnata sul campo del Palermo. Gli Squali, invece, sono penultimi e oramai con lo spettro della Serie B che comincia ad aleggiare pesantemente.

SpazioNapoli.it seguirà per voi tutta la conferenza, riportando le dichiarazioni integrali del tecnico partenopeo.

Dal nostro inviato al centro sportivo di Castel Volturno, Pasquale Giacometti. 

Preferenze privacy