shinystat spazio napoli calcio news Storia Santiago Bernabeu: il teatro dei sogni che ospiterà il Napol!

Più di un semplice stadio: tutta la bellezza del Santiago Bernabeu!


C’è chi seguendo la propria fede religiosa si ritrova a fare lunghi pellegrinaggi in Terra Santa, o magari a visitare La Mecca. Poi c’è chi, invece, il proprio culto religioso lo ricerca altrove, magari in un campo di calcio. Anzi più che un campo di calcio si tratta di una meta per veri cultori appunto. Sì perché definire il Santiago Bernabeu un campo da calcio è riduttivo. Non è solo un campo, non è un’arena, non è un impianto di estrema grandezza. ‘El Santiago Bernabeu es la fàbrica de los suenos’. Stop. Nessuna traduzione potrebbe rendere giustizia alla poesia che c’è in questa descrizione.

La storia real_madrid_siviglia_14_86154_immagine_ts673_400

L’inaugurazione risale al 14 dicembre 1947, quando l’architetto José Maria Castell decise di ideare un progetto che sarebbe potuto passare alla storia. Ovviamente così è stato. Il primo incontro fu un’amichevole contro il Belenenses, finita con un secco 3-1 dei padroni di casa. Da questa partita in poi, l’impianto delle merengues avrà la possibilità di ospitare una escalation di campioni: Di Stefano, Butragueno, Zidane, Crstiano Ronaldo e molte altre leggende di questo sport. Tanti i lavori di restyling che si sono succeduti negli anni. Inizialmente lo stadio aveva una capienza di 75.145 posti a sedere, per poi varcare negli anni 70′ e 80′ addirittura la soglia dei 100mila spettatori (125mila è il record di capienza dello stadio). Con l’arrivo di Florentino Perez, poi, la capacità di spettatori totale è divenuta di 81.044, ma nuovi lavori sono previsti per rimodernare ancora questo splendido teatro calcistico.

Le grandi sfide del passato

Come in ogni teatro che si rispetti gli spettacoli devono essere di un certo livello. Le partite storiche, con cornici mozzafiato, in realtà ci sono ogni anno. Basta guardare i derby coloratissimi contro gli acerrimi rivali cittadini dell’Atletico Madrid, o spostarsi al ‘Clàsico’, sfida che ogni anno accentra l’attenzione di milioni e milioni di spettatori da tutto il globo. Senza risultare troppo ottimisti, la tradizione per le grandi sfide italiane effettuate al Bernabeu è sempre stata positiva. Su tutte le partite, una in particolare: 11 luglio 1982, Italia-Germania Ovest 3-1 con gli azzurri campioni del mondo. Poi tra le varie finali di Champions ospitate, quelle che riguardano le italiane sono sempre state vincenti. Il Milan nel 1969 sconfisse l’Ajax 4-1, e solo sei anni fa l’Inter si è laureata campione d’Europa battendo la corazzata Bayern Monaco.

Museo del Santiago Bernabeu

Una storia così ricca come quella del club madrileno non poteva non essere spiegata con un museo. All’interno dello stadio, infatti, si può anche visitare un museo proprio dedicato alla grande tradizione del Real. Ci sono tantissime testimonianze, raccolte con il passare degli anni, come l’incontro della squadra con Re Alfonso XIII, che cambiò il nome della società da Madrid Club de futbol proprio a Real Madrid; insomma una vera benedizione sovrana. Quindi a rappresentare gli oltre cento anni di vita, ci sono molte camisete storiche dei migliori calciatori che hanno vestito questa maglia, palloni d’oro, trofei ed altri cimeli che rendono questo tour unico al mondo non solo per gli appassionati del genere, ma anche per chi voglia emozionarsi vivendo un’esperienza culturale unica.

Il 15 febbraio, data della partita in questa meravigliosa cornice con un pubblico molto esigente si avvicina. Difficile dire cosa accadrà, ma facile pensare a tutte le emozioni che scorreranno sulla schiena di calciatori, tifosi ed addetti a lavori entrando in questo tempio. Qualcosa di unico, indescrivibile, irripetibile; l’appuntamento con la storia è già fissato.

Inizio lavori: 1944

Inaugurazione: 1947

Copertura: Totale

Ristrutturazioni: 1981, 1992, 2001

Proprietario dell’impianto: Real Madrid

Posti a sedere: 81.044

Come arrivarci: Con la metropolitana di Madrid prendere la linea blu e scendere alla fermata Santiago Bernabeu. Presso lo stadio sostano anche le seguenti linee di autobus: 14, 27, 40, 43, 120, 147 e 150.

Preferenze privacy