shinystat spazio napoli calcio news De Laurentiis a SpazioNapoli.it: "Col Real sfida affascinante, la squadra sarà pronta. Gli daremo il nostro spogliatoio, vi spiego il motivo. Sull'attaccante e Milik..."

De Laurentiis a SpazioNapoli.it: “Col Real sfida affascinante, la squadra sarà pronta. Gli daremo il nostro spogliatoio, vi spiego il motivo. Sull’attaccante e Milik…”


A margine della presentazione del film Natale a Londra, Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di SpazioNapoli.it. Questo quanto dichiarato.

Real Madrid-Napoli? Nessuna vendetta per il 1987, credo che Sarri sarà contento di incontrare il Real. Più complicato è l’avversario più concentrata è la squadra. il Napoli gioca un calcio molto particolare, un calcio che non appartiene ad altri. Anche il Real Madrid dovrà preoccuparsi. Abbiamo un punto in meno rispetto allo scorso anno, ma quattro gol in più: c’è la consapevolezza che questo Napoli sia all’altezza di ogni situazione”.

Daremo al Real Madrid il nostro spogliatoio, appena restaurato, per fare più bella figura. Al comune mi hanno impedito di restaurare gli spogliatoi, dicendo che ci avrebbero pensato loro. A settembre non hanno cominciato, ora forse vediamo a gennaio. Ho spiegato al sindaco e all’assessore che sarebbero venute squadre per le quali faremo brutte figure, soprattutto per la città di Napoli. Posso sempre fare dichiarazioni per dire che òlo stadio non è mio, anzi, alcuni lavori li ho fatti io e mi devono restituire cinque milioni di euro.

Ognuno si stanca ma evidentemente del calcio in questa città si fa molto populismo, quando bisognerebbe fare molti più fatti o dire ‘ Caro De Laurentiis, ci hai proposto un progetto fatto dallo stesso architetto dello Juventus Stadium, non l’abbiamo fatto per la legge vigente, ma accomodati per una convenzione spendendo la cifra che hai offerto per costruire quel che servirebbe per finanziare questa intrapresa, e andiamo avantde laurentiis lombardoi così’ – non si è fatto nulla, ci volevano pensare loro col Credito Sportivo che ha dato solo venticinque milioni. Questa è una città strana dove ci si riduce ad un botta e risposta che non ci porta da nessuna parte. Io parlo di fatti, posso dimostrare con i fatti l’obiettività delle mie parole. Di fronte al Real, ospiteremo quello che definì in maniera poco corretta il “San Paolo”, speriamo che nessuno tiri la catena. Sarri cinematograficamente? Non faccio questi paragoni, sono due cose distinte cinema e calcio, sono due modi di essere creativi in maniera diversa. Nel calcio c’è il fattore imprevedibilità, bisogna essere visionari, nel senso che si deve avere una vision per il futuro. Io finora ci ho sempre indovinato vedendo quel che poteva essere lo sviluppo del calcio. Spero di non stancarmi mai.

Milik per il Real Madrid? Sta recuperando in maniera straordinaria, sarebbe arruolabile, se fossimo pazzi, dal 15 gennaio. Lo reintegreremo pian piano, quel che è avvenuto con Rog avverrà con lui. Se compriamo un altro attaccante poi bisogna farlo giocare! Adesso che ci siamo convinti di esser forti, che facciamo? Non dobbiamo pensare al Real, ma a crescere negli anni per diventare fortissimi a tutti i livelli. Credo che stiamo sulla squadra buona. Grazie anche a Sarri”.

Dall’inviato all’Hotel Vesuvio di Napoli, il direttore di SpazioNapoli.it Antonio Manzo

Il presidente partenopeo ha poi aggiunto altre considerazioni, come riporta la Gazzetta dello Sport: “Con il mercato invernale completerò il mosaico e potremo puntare in alto per chiudere bene la stagione. Ritengo di avere un allenatore fortissimo e che sa leggere le partite. Non direi che il Napoli non sia stato al top per un periodo, siamo in tanti a giocare e possono esserci momenti di minore sintonia: ora i nuovi acquisti si stanno inserendo e penso che dobbiamo goderci questa squadra, perché in fondo il Napoli sta in alto e con merito.

A noi serve solo una prima punta vera, tradizionale. Rinforzi in difesa vista la partenza di Koulibaly e Ghoulam per la Coppa d’Africa? No, siamo coperti: inutile comprare calciatori per pochissime partite, anche perché serve tempo per assimilare il sistema di Sarri. Lo dimostra lo stesso Rog, che soltanto adesso sta giocando: per entrare nel sistema servono due o tre mesi, perciò comprare qualcuno sarebbe un autogol. Al centro siamo in abbondanza, abbiamo preso Maksimovic che ci è costato caro“.

Poi un passaggio su Wanda Nara che sarebbe potuta essere tra i protagonisti del nuovo film natalizio di De Laurentiis, qualora fosse andata a buon fine la trattative per Icardi: “Poteva essere nel film, quando andai a trattare Icardi nel suo ufficio le formulai la mia offerta: chissà che danni avrebbe combinato a Londra“. Infine la chiosa su Higuain: “Uno come lui limita la crescita degli altri. Chapeau a Sarri per il lavoro fatto: parliamoci chiaro, abbiamo solo un punto in meno dello scorso anno e quattro gol in più. Inoltre, Mertens sta dimostrando di fare bene anche nel ruolo di prima punta“.

Preferenze privacy