shinystat spazio napoli calcio news Rog: "Ho avuto pazienza, alla fine ho giocato. Emozionato per il debutto, ringrazio i tifosi per l'accoglienza. Scudetto? Possiamo farcela!"

Rog: “Ho avuto pazienza, alla fine ho giocato. Emozionato per il debutto, ringrazio i tifosi per l’accoglienza. Scudetto? Possiamo farcela!”


Marko Rog, centrocampista croato del Napoli, ha lasciato una lunga intervista ai colleghi di Goal.com, edizione croata. Ecco quanto raccolto e tradotto dalla nostra redazione: “Ho avuto pazienza: i mesi precedenti non sono stati i migliori della mia carriera ma non mi sono lamentato e sono andato avanti. Debutto? Per me è stato grande, sono soddisfatto. Avevo un nervosismo positivo, non ho accusato la paura del grande palcoscenico. 

Ho atteso a lungo questo momento, sono felice di aver giocato i miei primi minuti con la maglia del Napoli. Ora devo continuare su questa strada e lavorare ancora di più per ricevere nuovamente l’opportunità di scendere in campo. Voglio ringraziare i tifosi che mi hanno accolto al meglio, con un grande applauso. 

Certi periodi sono normali nella carriera di un giocatore, ci sono momenti in cui le cose non vanno, anche quando sono arrivato a Napoli non credevo di giocare tutte le partite dal primo minuto. Ma ho sempre creduto e credo in me stesso, sono sicuro di aver ancora altre possibilità perché l’allenatore e il suo staff mi stimano: sono sicuro che troverò spazio. marko-rog-copertina

Cosa mi ha detto Sarri? Non abbiamo parlato troppo, mi ha solo detto che era soddisfatto del mio modo di giocare. La cosa importante è che abbiamo vinto contro l’Inter. Abbiamo fiducia, vogliamo competere con le prime della classe. Fisicamente sto bene. Devo fare ancora meglio e posso dare di più, in allenamento e non. Darò sempre il massimo, poi spetterà a Sarri sapere quando chiamarmi in causa. Prestito? Chiacchiere da bar, non ci ho mai pensato perché mi è stato chiaramente detto che sono parte del progetto. Sono felice qui: dal primo giorno in cui sono arrivato. 

Sto imparando l’italiano, voglio continuare a farlo. Qui è tutto speciale, i tifosi lo sono, non so descriverlo. I tifosi mi sostengono, in città mi hanno chiesto foto e autografi: è fantastico. Scudetto? Sono sicuro che è possibile! Dobbiamo giocare come contro l’Inter, anche perché la Juventus non è per niente convincente. Ci sono ancora un sacco di punti e crediamo in noi stessi. Vedremo come andrà”.

Preferenze privacy