shinystat spazio napoli calcio news Crotone-Napoli, Nicola in conferenza stampa: "Azzurri fortissimi, ma nel secondo tempo potevamo pareggiare. Koulibaly e Maksimovic sono campioni"

Crotone-Napoli, Nicola in conferenza stampa: “Azzurri fortissimi, ma nel secondo tempo potevamo pareggiare. Koulibaly e Maksimovic sono campioni”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non riesce il colpaccio al Crotone del tecnico Nicola che, nella prima partita casalinga allo Scida, cade per 2-1 contro il Napoli di Sarri. Al termine del match l’allenatore dei calabresi è intervenuto in conferenza stampa. Ecco quanto raccolto da SpazioNapoli:

“Il Crotone ha sbagliato l’approccio iniziale per la voglia di strafare nei confronti di una squadra fortissima. Col Napoli abbiamo creato cinque occasioni da goal, ma ci sta perdere. Vedo una squadra in crescita. I tifosi del Crotone devono stare sereni, la squadra sta facendo il massimo, stiamo lottando con tutti. Perdere 2-1 contro il Napoli può farci crescere. Sui goal degli azzurri abbiamo sbagliato anche noi”.

“Stiamo conoscendo ancora il campionato di Serie A. In Serie B conoscevamo tutti i calciatori, oggi stiamo conoscendo grandi campioni come Callejon e Mertens. Il Crotone ha bisogno di tempo per acquisire una giusta mentalità per affrontare queste partite”.

“Nel secondo tempo ero convinto che potessimo pareggiare contro una grandissima squadra. Di oggi non mi è piaciuto il poco coraggio del primo tempo, non riuscivamo ad alzare il baricentro. Non volevamo giocare solo di ripartenza. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, quando siamo sotto riusciamo ad esprimerci meglio”.

“Ho visto un Napoli di grande qualità, con grandi campioni. Noi stiamo cercando di diventare giocatori di Serie A. Ci manca fare le cose con la consapevolezza di poterci stare in questa categoria. Credo fortemente, però, in questa squadra. Oggi il Crotone ha avuto il merito di mettere in difficoltà una difesa fatta di campioni come Koulibaly e Maksimovic”.

nicola“Contro queste squadre non bisogna essere presuntuosi, ma prima o poi possiamo vincere se metteremo a posto alcune situazioni. Le mie scelte sono fatte nella logica della continuità della sfida col Sassuolo”.

Preferenze privacy