Home » News Calcio Napoli » Napoli da urlo in Champions: le palle inattive diventano fondamentali!

Napoli da urlo in Champions: le palle inattive diventano fondamentali!

Una notte magica quella del San Paolo. Gli azzurri travolgono il Benfica con un sonoro 4-2 grazie ad una prestazione superlativa, contro una squadra che non perdeva da 18 turni (l’ultima sconfitta risale ai quarti di Champions dell’anno scorso contro il Bayern Monaco). Gli uomini di Sarri mettono in mostra tutto il proprio repertorio, declinando un calcio fatto di possesso e verticalizzazioni che mandano in tilt la difesa portoghese. Ma, oltre al solito gioco brillante, il Napoli dimostra di essere cresciuto tantissimo sotto un aspetto fondamentale: le palle inattive.

Tre delle quattro reti segnate, infatti, sono arrivate da palle inattive. Il primo goal, siglato al 20’ del primo tempo, è arrivato da calcio d’angolo con uno schema di “mazzarriana” memoria. Cross teso sul primo palo di Ghoulam per Hamsik che prende il tempo ai difensori ed insacca la palla sul primo palo. La rete ha ricordato quella di Cavani, su calcio d’angolo di Lavezzi, contro il Manchester City di Mancini in un altro match di Champions League.

LEGGI ANCHE:   Monza scatenato, forte pressing per chiudere il colpo dal Napoli!

Il secondo goal su palla inattiva è una pennellata di Mertens su calcio di punizione al limite dell’area. Milik, infine, ha dimostrato di avere sangue freddo dal dischetto, realizzando il primo rigore della stagione concesso agli azzurri. Questo miglioramento potrebbe risultare determinante per una definitiva consacrazione degli uomini di mister Sarri. Arriveranno, infatti, momenti di minore brillantezza, durante i quali le partite potranno essere sbloccate proprio dalle palle inattive.

ITALY, Naples : Napoli's player Hamsik celebrates after scoring during the UEFA Champions League match between SSC Napoli and SL Benfica at the San Paolo Stadium in Naples on September 28; 2016. PH. CONTROLUCE/ PIETRO MOSCA

Inoltre, in questa stagione, il tecnico toscano ha deciso di cambiare i “battitori” dei corner, affidando il compito a Ghoulam ed a Callejon. Tale mossa ha già dato i suoi frutti, con il goal di stasera che va ad aggiungersi a quello di Milik contro il Milan. Ma, in generale, con questo piccolo accorgimento gli azzurri sembrano essere diventati molto più pericolosi in caso di calcio d’angolo, grazie alle capacità balistiche di Ghoulam e Callejon, in grado di calciare in maniera forte e precisa, cosa che facilita il compito dei saltatori partenopei.

LEGGI ANCHE:   Spalletti ha un grande sogno per l'attacco: gioca in Serie A

RIPRODUZIONE RISERVATA