shinystat spazio napoli calcio news Nuovo avviso di ADL a Sarri: con la Champions il Napoli dovrà cambiare registro

Nuovo avviso di ADL a Sarri: con la Champions il Napoli dovrà cambiare registro


Il presidente Aurelio De Laurentiis nelle sue interviste ha sempre utilizzato virgolettati schietti e sinceri nei confronti del sistema calcio italiano in generale e soprattutto verso i propri “dipendenti”, giocatori o allenatori che siano. Nelle parole rilasciate sull’edizione odierna de La Repubblica (LEGGI QUI), tra i diversi punti analizzati, il patron azzurro ha punzecchiato proprio Maurizio Sarri dichiarando che la prossima stagione, con l’arrivo della Champions League, il mister dovrà cambiare registro in particolar modo per quanto riguarda la gestione del gruppo.

Durante l’annata appena terminata, infatti, l’ex Empoli ha puntato su un numero limitato di giocatori facendo scendere in campo quasi sempre lo stesso undici titolare e effettuando spesso delle sostituzioni “predefinite”, nonostante avesse a disposizione una buona quantità di scelte anche se non dello stesso livello tecnico dei 12-13 uomini di punta. Proprio questa gestione dei giocatori ha dato vita ad una sorta di malumore in De Laurentiis, sottolineata anche in sede di rinnovo contrattuale, che ha visto elementi pagati profumatamente anche nel mercato invernale mai utilizzati da Sarri; ed è il caso di Alberto Grassi costato 10 milioni di euro e che l’allenatore toscano, in parte scusato dall’iniziale infortunio del giocatore, non ha mai fatto scendere in campo mentre un giocatore di corsa come Callejon è stato schierato in molte occasioni anche in Europa League non permettendogli di rifiatare.

sarri

Sarri nella prima stagione ha avuto occasione di farsi le ossa alla guida di un top club come il Napoli e gli sono state perdonate alcune scelte fatte, ma a settembre arriva la Champions League e tifosi e soprattutto la dirigenza si aspettano un salto di qualità e la riconferma del bel gioco fatto vedere quest’anno. La società, a sua volta, sta lavorando in questi mesi estivi per ampliare ancor di più la rosa con elementi di grandissimo livello e l’allenatore azzurro dovrà sfruttarli tutti e al massimo; la prima competizione europea lenisce i giocatori, consuma energie mentali e fisiche. Per questo motivo la gestione del gruppo dovrà essere puntigliosa, quasi maniacale, e il turnover dovrà essere fatto in maniera intelligente no come (non) fatto quest’anno. In poche parole, vista anche la coincidenza in questo periodo, Aurelio De Laurentiis chiede a Maurizio Sarri, dopo aver superato l’esame di scuola media alla sua prima esperienza in una squadra di punta, di superare a pieni voti la maturità; l’allenatore dovrà abbandonare il suo stato “provinciale” per maturare ed inserirsi nel roster dei coach di caratura internazionale.