shinystat spazio napoli calcio news Napoli, lotta con Torino e Sampdoria per il 'Morata di Romania'

Napoli, lotta con Torino e Sampdoria per il ‘Morata di Romania’


Andrei Ivan, o anche descritto dal suo procuratore come il “Morata di Romania”, potrebbe essere un nome nuovo per il mercato del Napoli ma non solo. Il diciannovenne che milita tra le fila dell’Universitatea Craiova è uno dei talenti emergenti del calcio rumeno e a suon di gol e assist si sta mettendo in mostra in Liga 1, tanto da attrarre l’attenzione dei grandi club europei (il Barcellona su tutti). Il suo procuratore, al sito CSUC.ro lo ha così presentato: “Possiede un buon fisico, è rapido nei movimenti, nonostante sia alto 1,86. Se devo fare un accostamento, beh, posso dire che assomiglia allo juventino Alvaro Morata, a quel tipo di giocatore, alto e dinamico. E’ un numero 9 che però sa svariare. Certo, segna molti gol da posizione centrale”. 

ivan2Il prezzo del diciannovenne, che ha esordito a Bologna con la maglia della Romania, lievita di giorno in giorno, tanto che il club proprietario del suo cartellino avrebbe rifiutato ben 2 milioni di euro dalla Steaua. “Fin qui non ho avuto offerte concrete”, rivela il suo procuratore. In Italia si parla di alcune squadre già interessate al talento classe 1997, con Torino, Sampdoria e Napoli che lo starebbero monitorando insistentemente.

Ivan che, nel frattempo, commenta così gli interessamenti: “Io sono tranquillo, non do retta a quanto passa in tv o scrivono sui siti e sui giornali. Sono contento di giocare per l’Universitatea Craiova. Sentire lo stadio vibrare ogni volta che realizzo un gol è un’emozione unica. Mi piace giocare ovunque, vado a destra e sinistra, spingo e affondo. L’obiettivo è aiutare la squadra in ogni modo”.

Infine, riguardo i suoi idoli: “Ion Oblemenco, Gica Craioveanu e Cristiano Ronaldo i modelli di riferimento. Da Oblemenco vorrei prendere il tiro fenomenale. Non c’è da stupirsi se lo chiamavano ‘cannoniere’; ho visto i video su YouTube. Craioveanu era pragmatico e aggressivo. Poi, vorrei seguire la mia strada. Su Cristiano Ronaldo, invece, non c’è molto da dire…”.