shinystat spazio napoli calcio news Febbraio è alle spalle, ora inizia la primavera azzurra: ecco i motivi per sorridere

Febbraio è alle spalle, ora inizia la primavera azzurra: ecco i motivi per sorridere


Mare grosso e vento forte hanno caratterizzato la giornata di ieri a Napoli. Quasi come se il clima volesse annunciare il cambiamento imminente, quello materializzatosi al San Paolo poche ore dopo. Quasi come se il clima volesse annunciare un vento fresco di novità, speranza e al tempo stesso ritorno alla normalità, quella splendida a cui il Napoli aveva abituato.

PRIMAVERA – Ci sono tanti motivi ora per sorridere: l’aggancio per una notte alla Juventus in vetta, in primis. Quel primato ritrovato dopo un momento negativo che da più parti era etichettato come sintomo di crisi. Appannamento dovuto a mancanza di alternative e impegni ravvicinati, superati con difficoltà. Ecco, questo è un altro motivo per gongolare: i tour de force ora sono soltanto un ricordo, c’è il campionato e niente più, c’è un orizzonte temporale ristretto e al tempo stesso si viaggia con la mente. E’ questa la premessa per una primavera azzurra. Questo Napoli è un fiore che deve sbocciare nella stagione più bella, quella che può portare le maggiori soddisfazioni. I motivi per crederci ci sono, a partire dal calendario: niente più Juventus, Fiorentina e Milan. Le prossime vedono il Napoli opposto a Palermo, Genoa, Udinese e Verona. Impegni che vanno presi chiaramente con massima serietà (siamo sicuri che Sarri ci terrà a sottolinearlo, ndr) ma che risultano più leggeri rispetto al tour de force di febbraio. SITO13

SINGOLI – E poi i singoli, un altro motivo per gioire: Higuain è tornato al goal per due partite di fila, dimostrando di non essere né inceppato né tantomeno ingrassato. Callejòn ha ripreso fiato, a Firenze è stato clemente con Tatarusanu ma stavolta gli è bastata una tradizionale zampata per mettere in ghiaccio il risultato. Ghoulam, poi, si è trasformato nel miglior terzino della Serie A per una notte e Koulibaly ha legittimato lo status di muro insormontabile. Tutte certezze che fanno sorridere Sarri. Ora che ci sono anche i risultati, i singoli e un calendario – almeno sulla carta – agevole si può davvero pensare in grande. C’è vento a Napoli. E’ un vento di cambiamento e di speranza.

Vittorio Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Preferenze privacy