shinystat spazio napoli calcio news Petillo, Sampnews24: "Occhio Napoli, condizione fisica dei blucerchiati strabordante. Soriano? Parla tedesco e napoletano..."

Petillo, Sampnews24: “Occhio Napoli, condizione fisica dei blucerchiati strabordante. Soriano? Parla tedesco e napoletano…”


Dopo la sconfitta all’esordio con il Sassuolo, il Napoli torna in campo domenica sera contro la Sampdoria di Walter Zenga. Al San Paolo bisognerà vincere per riscattare la brutta figura rimediata contro gli uomini di Di Francesco. Ma sarà tutt’altro che facile, come conferma a spazionapoli.it Mario Petillo, direttore di sampnews24.com: “Al di là del risultato roboante ottenuto contro il Carpi, i blucerchiati domenica scorsa mi hanno impressionato soprattutto per la loro condizione fisica, a tratti strabordante”.

L’esatto contrario del Napoli, apparso invece in netto ritardo di condizione.

“Proprio così. Poi è chiaro che i valori tecnici delle due squadre sono differenti, ma anche come impostazione di squadra credo che la Samp possa dare molto fastidio al Napoli. Eder e Muriel sono una coppia di attaccanti molto veloci, rapidi nel ribaltare l’azione e ad infilarsi nelle maglie delle difese avversarie”.

Per il resto, c’è qualche dubbio di formazione per Zenga?

“Di sicuro tornerà Palombo a centrocampo, data la squalifica di Ivan. I suoi compagni di reparto saranno Fernando e Barreto, mentre in difesa il ballottaggio è tra Moisander, che dopo gli acciacchi iniziali si sta allenando bene da metà agosto, e Coda. Cassano non potrà essere al San Paolo a causa dell’infortunio, anche se ovviamente il suo impiego sarebbe avvenuto a partita in corso”.

Dal punto di vista mentale la Samp ha superato lo shock dell’eliminazione in Europa League?

“Direi di sì, anche se qualche strascico nell’ambiente c’è ancora. Domenica, ad esempio, Zenga è stato fischiato dalla gradinata sud del Ferraris. L’allenatore non riesce ancora ad entrare totalmente nel cuore dei tifosi, che anzi a suo tempo contestarono molto la scelta di Ferrero. Zenga aveva sempre detto di voler allenare l’Inter, vederlo in blucerchiato per loro significa avere probabilmente solo un altro allenatore di passaggio”.

Quale approccio avranno i blucerchiati alla partita?

“Credo che se la giocheranno per vincere. Zenga è un tecnico spavaldo, sicuramente imposterà una Samp offensiva per provare a portar via l’intero bottino da Fuorigrotta”.

Invece di Ferrero è un po’ di tempo che non si sente parlare.

“Diciamo che ha esaurito le sue cartucce. Il suo obiettivo, nella scorsa stagione, era quello di riportare in alto, mediaticamente e non solo, la Sampdoria. E lo ha raggiunto se vogliamo, quindi è chiaro che ora debba un attimo rigenerarsi”.

Nella Samp c’è un calciatore che è da tempo un obiettivo di mercato del Napoli. Come andrà a finire la vicenda Soriano?

“Con il Carpi è sceso in campo con la fascia da capitano, e a precisa domanda Ferrero ha risposto: “L’anno prossimo lo facciamo tenente-colonnello”. Questo per dire che il giocatore è molto importante per la Samp, che difficilmente se ne priverà. L’offerta del Milan non è stata mai ritenuta all’altezza, quella del Napoli non saprei”.

Pare che il giocatore non gradisca Napoli per motivi familiari.

“Sinceramente mi suona nuova questa cosa. Anzi, io credo che lui, avendo origini avellinesi (i nonni sono di Sperone, provincia di Avellino), l’aria di casa l’avrebbe sentita di più rispetto a Genova. Tra l’altro di lui si dice che parli molto bene due lingue, il tedesco e il napoletano”.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano