shinystat spazio napoli calcio news Verso Napoli-Sampdoria, blucerchiati al San Paolo sull'onda dell'entusiasmo e con alcune novità

Verso Napoli-Sampdoria, blucerchiati al San Paolo sull’onda dell’entusiasmo e con alcune novità


Il campionato della Sampdoria è partito nel migliore dei modi: vittoria netta contro il neopromosso Carpi e primi 3 punti in classifica per i ragazzi di Zenga, chiamato a confermare quanto di buono fatto nella passata stagione da Mihajilovic, grazie anche alle sorprese del mercato.

LE NOVITA’ –  Il ritorno di Cassano è stato il fiore all’occhiello del mercato blucerchiato, ma le sorprese potrebbero non essere finite qui. Sì, perché la Samp potrebbe perdere Soriano, fortemente cercato dal Milan e dal Napoli, ma guadagnare altri uomini in più che arricchirebbero una rosa già buona di per sé. Da Zuniga, contropartita che il Napoli offre per il centrocampista, a Santon, ad Ibarbo, per finire con De Ceglie della Juventus. Insomma, una squadra che già domenica al “San Paolo” potrebbe avere un volto diverso.

NAPOLI FERITO – Gli uomini di Ferrero si troveranno di fronte il Napoli di Maurizio Sarri, ancora ferito dal 2-1 al Mapei Stadium, contro il Sassuolo ed in cerca di risposte. I partenopei a Reggio Emilia hanno giocato 20′ minuti di grande calcio, per poi scomparire nell’anonimato, complice anche una condizione fisica non ancora ottimale, che ha fatto dunque emergere tutti i limiti che ancora ci sono. La strada è ancora lunga e di lavoro ce n’è ancora da fare: il Napoli è alla ricerca di un equilibrio che solo il tempo saprà dare ed occorre avere pazienza, come lo stesso Sarri ha più volte sottolineato, per vedere questa squadra giocare al meglio delle sue possibilità. Un Napoli ancora in costruzione: ai nuovi innesti va dato il tempo di inserirsi, all’intera squadra quello di assorbire i nuovi schemi e i nuovi metodi di lavoro introdotti da Sarri in attesa della sintonia totale tra i vari reparti. Non solo: il Napoli dovrà cercare anche qualche soluzione per risolvere la “grana” trequartista, con Insigne, Mertens e Callejon non abituati a quel ruolo e ancora in cerca di una dimensione ben definita.

La Samp arriva quindi a Napoli sull’onda dell’entusiasmo per la buona partenza contro il Carpi, sicura dei propri mezzi e consapevole delle proprie possibilità, di fronte agli azzurri alla prima di fronte al pubblico di casa, chiamati a dare maggior sicurezza alla propria manovra ed a cercare le prime, significative risposte che, come sempre, solo il campo saprà dare.

Gennaro Donnarumma
RIPRODUZIONE RISERVATA