shinystat spazio napoli calcio news Sarri a Mediaset: "Peccato per i tanti tifosi presenti. Non possiamo essere ancora al top, c'è da lavorare"

Sarri a Mediaset: “Peccato per i tanti tifosi presenti. Non possiamo essere ancora al top, c’è da lavorare”


L’allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium al termine di Sassuolo-Napoli. Queste le parole del tecnico azzurro:

“In questo momento non si può fare oltre, un po’ di più rispetto a quello che abbiamo fatto nel primo tempo.  Abbiamo preso gol quando la partita si stava mettendo bene. Nel primo tempo dopo il gol abbiamo fatto grande fatica a rialzarci e a venire fuori palla a terra. È un aspetto che dobbiamo migliorare, anche il terreno non ci ha aiutato.

Mentalità? Da questo punto di vista la squadra ha avuto questo problema anche nel precampionato dove la squadra ha subito di cali di intensità. È un aspetto che dobbiamo migliorare.

Discussioni con l’arbitro? Sono cose che ci stanno, l’arbitro non ha inciso sull’esito della partita.

Aspetto un regalo da ADL? Mi aspetto che la squadra cominci ad interpretare le partite nella maniera corretta.

Cosa è successo dopo il gol? Problema psicologico? Sì, è uno degli aspetti che dobbiamo migliorare. All’inizio c’era un divario tra le squadre ed è lì che il Napoli doveva approfittare poi un nostro calo ha agevolato il ritorno del Sassuolo. Sono più contento di perdere giocando come nel primo che pareggiare giocando come il primo.

Sostituzione Higuain? O la Fifa fa regole diverse oppure Higuain che è arrivato a fine luglio e non può reggere ancora 90′. Ogni anno c’è qualcosa: mondiali, Copa America. È un dramma nel calendario che se qualcuno non ci mette una pezza lo spettacolo viene meno.

Il Sassuolo è una squadra già collaudata mentre noi siamo ancora in costruzione. Temevo certe loro caratteristiche; infatti i due gol sono arrivati da due palle scoperte. A livello di palleggio abbiamo giocato anche piuttosto bene ma solo piccoli sprazzi; è un percorso che dovevamo fare e quindi non diciamo va bene così perché mi dispiace per i tifosi che erano qui stasera, pubblico straordinario, è un peccato ma sapevo che poteva succedere.

Troppi giocatori fuori ruolo? Se pensavo questo stasera facevo un’altra formazione.