shinystat spazio napoli calcio news De Laurentiis: "Lega casinara, Beretta incapace guidato da Lotito. Stiamo crescendo, ma senza illusioni, i risultati arriveranno nel tempo. Il 14 con il Bari"

De Laurentiis: “Lega casinara, Beretta incapace guidato da Lotito. Stiamo crescendo, ma senza illusioni, i risultati arriveranno nel tempo. Il 14 con il Bari”


Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto a Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da spazionapoli.it: “Supercoppa? I cinesi sono straordinari, sono capaci di fare in un anno ciò che noi faremmo in vent’anni. Ma bisogna farglielo fare. Io tre anni fa, quando andammo a Pechino per giocare, diffidai della loro organizzazione, e scelsi persino l’albergo, portando gli chef da Napoli. La Lega mi contestò queste scelte. Ma la Lega non è la nostra casa, è una delle cose più disorganizzate e casinare in Italia, con un presidente incapace guidato da Lotito. Ma perchè i funzionari della Lega devono prendere soldi da questa Supercoppa? Io rimasi fuori dallo stadio di Pechino per un’ora e mezza, non sono capaci di organizzare niente. Noi come Napoli abbiamo i nostri uomini per organizzare le trasferte, li mando in avanscoperta per studiare al meglio il campo, i trasporti, gli alberghi. Perchè la Lega non è andata un mese prima a verificare la situazione logistica e del campo? Bisognava imporsi con l’organizzazione cinese, non ci sono riusciti. A Oporto non riuscivamo a vedere la partita di Supercoppa. Mi dissero che in Portogallo non era stata venduta. Ma come è possibile che l’Italia non venda in Portogallo i diritti di questa partita così importante? Alla fine ho dovuto vederla in maniera “piratata”. Altro problema: come è possibile vedere le partite in questo modo illegale? Cosa fa la Lega per evitarlo? Chi permette l’illegalità è connivente con l’illegalità: questo è il sistema dei cretini. Beretta deve dare le dimissioni, Lotito non deve mettere più bocca nella casa di tutti quanti. Controlla tutto lui, Renzi deve valutare questa cosa”.

Porto-Napoli? Io non farei voli pindarici, non voglio essere buonista. Abbiamo fatto una partita attenta, ma non dobbiamo inneggiare a una squadra fortissima. Stiamo lavorando a testa bassa e a fari spenti, cercando di fare gli innesti giusti per un nuovo allenatore: non è facile e nemmeno scontato. Bisogna essere tutti uniti per crescere, crescere, crescere. Faremo innesti giovani, perchè questa squadra dovrà dare risultati nel tempo. Cavani, Hamsik e gli altri li presi giovanissimi, oggi siamo al sesto anno consecutivo in Europa: questa è già una dimostrazione di impegno. Poi è chiaro che non ci siamo solo noi, vincere uno scudetto significa primeggiare tra venti squadra. Cercheremo sempre di onorare l’azzurro della maglia. Maksimovic? Siamo in troppi sulle stesse pedine, a un certo punto bisogna cambiare. Giuntoli è una persona dedicata con grande impegno alle trattative, alla fine tirerà fuori dal cilindro i giocatori più giusti. Già Chiriches è stato valutato bene da tutti dopo la prima uscita. Io chiedo ai tifosi di essere tranquilli e fiduciosi, noi lavoriamo con amore per questa squadra. Non sono i nomi altisonanti a far luccicare i matrimoni, c’è bisogno di amore e di attaccamento”

“Contro chi giocheremo il 14? Ci stiamo avviando a chiamare Paparesta, vorremmo giocare contro il Bari a Benevento. Potrebbe essere un superallenamento per noi”.