shinystat spazio napoli calcio news Esordio convincente per Hysaj, grande grinta e concentrazione per il neo acquisto partenopeo

Esordio convincente per Hysaj, grande grinta e concentrazione per il neo acquisto partenopeo


Una vera full immersion nell’azzurro in 48 ore. Il grande entusiasmo di una nuova avventura, la voglia di mettersi subito a disposizione e perché no, vestire quella maglia tanto agognata. E farlo anche nel migliore dei modi. L’approccio di Elseid Hysaj al Napoli è stato di quelli che toglie il fiato regalando al contempo una carica di adrenalina senza precedenti. Arrivato venerdì all’ombra del Vesuvio, ha sostenuto le visite mediche a Castel Volturno e si è subito aggregato al gruppo in partenza per Nizza dove è stato persino schierato a sinistra da Sarri ad inizio ripresa al posto di Ghoulam, con ottimi risultati.

CARATTERE ED ESPERIENZA. Ventuno anni e non sentirli, soprattutto a vederlo in campo. Il terzino albanese si è infatti contraddistinto per la grande grinta unita ad una concentrazione davvero spaventosa: nonostante conoscesse poco i compagni, è sembrato subito completamente a suo agio nello scacchiere tattico partenopeo, sicuro nei movimenti, nell’uno contro uno e nell’anticipo in una fase molto delicata di una gara che di “amichevole” aveva solo il nome. Tecnica e carattere al servizio dei compagni, palesando inoltre una buona esperienza anche in campo internazionale, insieme ad una buona intelligenza tattica. Un giocatore che farà sicuramente molto comodo ai partenopei e dagli ampi margini di crescita.

ACQUISTO VINCENTE. Troppo presto per stilare un bilancio e troppo pochi 45′ per un’analisi obiettiva del giocatore, questo è certo, ma l’esordio è sempre complesso ed Hysaj l’ha superato al meglio. In attesa di vederlo contro nuove avversarie con qualche allenamento in più, i tifosi possono sicuramente dormire sogni tranquilli: il difensore albanese ha tutte le carte in regola per regalare al Napoli un quid di qualità in più nel tanto criticato reparto arretrato. E se chi ben comincia è a metà dell’opera…

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA