shinystat spazio napoli calcio news Il Roma - "Futuro Higuain? Il fratello attende ADL, ma il presidente ha le idee chiare"

Il Roma – “Futuro Higuain? Il fratello attende ADL, ma il presidente ha le idee chiare”


La Selena, Cile. È lì che adesso si trova Gonzalo Higuaìn. Sede del ritiro dell’Argentina, che si prepara alla prossima Coppa America. Lontano chilometri e chilometri da Napoli, quella città che ha lasciato il giorno dopo la disfatta contro la Lazio e un campionato finito al quinto posto e la Champions rimasta soltanto un’illusione. Così Gonzalo Higuaìn ha pensato di lasciare Napoli con il sorriso. Una foto innocente in aereo, pronti a partire con Andujar (anche lui convocato) e Britos (che invece andava in vacanza). Un’immagine che non ha fatto piacere ai tifosi del Napoli, che hanno visto in quel sorriso una mancanza di rispetto per la loro sofferenza sportiva, scaturita in buona parte dal rigore sbagliato del possibile 3-2.

PER HIGUAÌN ORA LA TESTA è alla Coppa America e al riscatto, personale e di squadra dopo la sconfitta in finale agli ultimi Mondiali in Brasile. E se lui è dall’altra parte del mondo, il fratello- agente Nicolas è ancora a Napoli. Più precisamente è a Capri dove coniuga un po’ di vacanze e… attesa. Aspetta di vedere Aurelio De Laurentiis. Una richiesta di incontro arrivata già qualche giorno fa, ma procrastinata per gli impegni del presidente, alla ricerca del nuovo allenatore e del nuovo direttore sportivo. Ora che il cerchio sembra essere quasi chiuso, sembra essere giunto il momento di questo appuntamento. Il fratello di Higuaìn vuole parlare con il presidente per capire cosa sarà dei piani futuri della società.

LA RICHIESTA È QUESTA: o un grande mercato con il fratello Gonzalo al centro del progetto per la prossima stagione, oppure la richiesta di fissare un prezzo e mettere Higuaìn sul mercato. Il Pipita è consapevole degli errori fatti, ma anche che senza i suoi 30 gol in stagione il Napoli non sarebbe arrivato alle semifinali di Europa League e Coppa Italia, e neanche a giocarsi il terzo posto fino all’ultima giornata. Un modo opposto di vedere le cose, naturalmente, ma nonostante i famosi errori è il giocatore che avanzerà pretese e chiederà garanzie.

LA RISPOSTA DEL PRESIDENTE è prevedibile: non vuole vendere Higuaìn e lo valuta 100 milioni di euro. Non esiste alcuna clausola, ma è un messaggio per far capire che mai De Laurentiis cederà Higuaìn per una cifra inferiore almeno ai 50 milioni di euro. L’argentino fu pagato 40 milioni di euro dal Real Madrid nel luglio del 2013. Soldi che il Napoli sta ancora versando al club oggiAggiungi un appuntamento per oggi allenato da Benitez. Una sua cessione avrebbe senso solo se portasse una grande plusvalenza. Soldi che permetterebbero al Napoli di entrare bene sul mercato (ma con l’ansia di trovare un bomber all’altezza) ma anche di risparmiare l’enorme ingaggio che Higuaìn percepisce, vale a dire 5,5 milioni a stagione. In più, il Pipita frutta solo il 50% dei propri diritti d’immagine, visto che l’altra metà è gestita da lui. Quindi economicamente per il Napoli cedere Higuaìn a cifre da top player sarebbe sicuramente vantaggioso.

E A BEN VEDERE DE LAURENTIIS potrebbe approfittare del clima di contestazione che ancora si respira tangibile intorno all’attaccante argentino. Però questa tensione è destinata a placarsi nei prossimi giorni, ecco perché il presidente azzurro sa bene che la strategia migliore è evitare una cessione che porterebbe altre polemiche. E il giorno dell’appuntamento potrebbe essere già sabato, quando (si spera) le trattative per il nuovo allenatore saranno concluse. E a proposito di Sarri, non si registra da parte di Higuaìn alcun pregiudizio nei confronti del nuovo allenatore. La sua esigenza è solo di capire il progetto, perché lui vuole giocare in Champions League.

Giovanni Scotto per Il Roma