shinystat spazio napoli calcio news Il pagellone di Gaetano Fontana: "Bisogna annullare il gap con la Juventus, a Benitez metto un bel..."

Il pagellone di Gaetano Fontana: “Bisogna annullare il gap con la Juventus, a Benitez metto un bel…”


SpazioNapoli ha raccolto il parere di più di 100 persone, tra giornalisti ed addetti ai lavori, per elaborare un pagellone alla stagione 2013-2014 del Napoli.

Ecco l’intervista a Gaetano Fontana, ex giocatore del Napoli tra il 2004 e 2006.

LA DELUSIONE? “L’ incapacità di gestire le partite soprattutto con le piccole, Napoli deve acquisire una certa mentalità se vuole essere vincente”.

LA SORPRESA? “Mertens.  È un giocatore importante e anche quando è partito dalla panchina è stato determinante e vincente con capacità tecnica e professionalità. E poi il pubblico di Napoli, anche se ormai non è più una sorpresa. Il tifo azzurro è unico”.

IL FUTURO? “Mi aspetto che venga annullato il gap tra il Napoli e le prime in classifica, Juve e Roma. Questo deve essere fatto non solo prendendo gli elementi mancanti, ma anche e soprattutto acquisendo personalità e carattere per raggiungere determinati risultati”.

L’ACQUISTO PER IL VERO SALTO DI QUALITÀ – Non ce n’è uno. Mancano tre, quattro elementi di spessore, chi lavora con lui, conosce benitez e sa cosa vuole. Un nome? A me piacerebbe vedere Mascherano. Giocatore duttile e soprattutto conosce già il tecnico spagnolo, questo può agevolare il suo inserimento in squadra”.

FUTURO STADIO: SAN PAOLO O ALTROVE? “Il San Paolo ha sempre il suo fascino, è riconosciuto in tutto il mondo come lo stadio del ‘Pibe de Oro’ e preferirei vedere giocare ancora il Napoli là. A livello logistico ci sono però delle tematiche da risolvere. Sarei per la ristrutturazione del San Paolo e dello spazio antistante, ma se non sarà possibile bisognerà ricorrere ad una struttura privata gestita dalla società. Potrebbe essere un modo per risolvere i problemi negli stadi”.

MOMENTO PIÙ BELLO NEL NAPOLI – “Sicuramente la vittoria del campionato. La promozione dalla C alla B è stata il simbolo della rinascita che palesava  un Napoli vincente e di nuovo, finalmente, competitivo. È stata una pietra miliare importante per ricostruire la squadra e la storia di questo club”.

IL PAGELLONE DI GAETANO FONTANA:

pagellone_gaetano_fontana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrea Gagliotti

Riproduzione riservata