shinystat spazio napoli calcio news CLAMOROSO - Niente Europa League per il Parma, ripescato il Torino?

CLAMOROSO – Niente Europa League per il Parma, ripescato il Torino?


Gufare o non gufare. Sperare sì, ma non tutti augurano il male. Negata la licenza UEFA al Tardini di Parma, ora gli emiliani, in teoria, rischiano di dover rinunciare all’Europa League. I tifosi granata, sportivamente, accettano il verdetto del campo e il sesto posto crociato, ma diverssi incrociano le ditta per un Torino al posto dei gialloblù.

Il Parma di Ghirardi, che solo ieri festeggiava il ritorno in Europa dopo otto anni di assenza in seguito al rigore sbagliato da Cerci e la doppietta di Amauri al Livorno, ha già presentato il ricorso all’UEFA: in proposito si deciderà il prossimo 28 maggio.

Fiducioso il Parma, comunque a bocca aperta per quanto sta succedendo in queste ore. Si rischia infatti di rimanere fuori dall’Europa per appena 300.000 euro, bruscolini considerando la mole di soldi mossa da ogni club di Serie A. Uno scenario su cui i tifosi gialloblù ridono. Per non piangere

Oggi la Commissione di secondo grado ha respinto il ricorso per la mancata concessione della licenza Uefa, legata a una ritenuta Irpef di per l’appunto 300.000 euro, che il club non avrebbe pagato perché riteneva di non doverlo fare. Il nuovo ricorso è stato presentato all’Alta Corte di Giustizia.

Il nome del club emiliano non figura nell’elenco reso noto dalla Figc “dopo le decisioni delle Commissioni di Primo e Secondo grado delle Licenze Uefa, risultano aver conseguito la Licenza per la stagione sportiva 2014/2015: Atalanta, Fiorentina, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Roma, Sampdoria, Torino, Udinese e Verona”.

Sul web i tifosi del Torino si dividono tra chi spera nel ripescaggio e chi spera nel Parma, considerando un ripescaggio come non veritiero della classifica finale. Sopratutto, finalmente sportivamente nel mondo dell’insulto, grave, gratuito, si fanno gli applausi ai crociati, accettando il verdetto dell’ultima giornata.

Ovviamente non può che sperare nel ripescaggio la delusissima società del Torino, ad un passo dal sogno e fermata all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Per ora solo suggestioni, tra il dire e il fare europeeo c’è di mezzo un mare di burocrazia.

fonte: goal.com