Home » Copertina Calcio Napoli » ANTEPRIMA/ Enzo Coccia: “Ecco il mio menù pizze per i ragazzi di Benitez. Il medico è stato chiaro, niente fritti ed occhio alle calorie”

ANTEPRIMA/ Enzo Coccia: “Ecco il mio menù pizze per i ragazzi di Benitez. Il medico è stato chiaro, niente fritti ed occhio alle calorie”

Enzo Coccia, titolare della famosa pizzeria, La Notizia, di via Caravaggio, preparerà il “menù aperitivo”, basato su tre tipi di pizza differenti, che consumeranno i calciatori del Napoli, domani, al pranzo natalizio, previsto a Villa D’Angelo.

Il sig. Coccia, ha precisato, le richieste del medico sportivo, Alfonso De Nicola: “Il medico è stato chiaro, niente fritti e niente mozzarella, a causa degli eccessivi grassi di questi tipi di cibi, inoltre mi ha chiesto di non cucinare pizze che superino le 650 calorie”.

L’aperitivo, buono ma non calorico, che i giocatori consumeranno all’esterno della sala, nella terrazza, è composto da 3 tipi differenti di pizze, descritte nel minimo dettaglio da Enzo Coccia per Spazio Napoli: “L’aperitivo consisterà in tre tipi di pizze chiuse a portafoglio. La prima, chiamata “Pizza del Puveriello” o “Cosacco”, la seconda chiamata “Santa Lucia” ed infine la terza, “Pomodoro, rughetta e parmigiano”.

LEGGI ANCHE:   Ajax-Napoli, l'elenco dei convocati diramato da Spalletti: c'è solo un assente

La “Pizza del Puveriello”, avrà come ingredienti l’olio biologico della penisola sorrentina (Sant’Agata dei Golfi) e il pomodoro di San Marzano, oltre al pecorino, per un totale di 450 calorie.
La “Pizza Santa Lucia”, invece, sarà cucinata con pomodoro del Piennolo, alici di Cetara e olive di Gaeta, per un totale di 500 calorie.
Infine, la pizza “Pomodoro, rughetta e parmigiano”, avrà al suo interno, il pomodoro del Piennolo, ancora una volta, ma sarà l’entrée meno calorico che consumeranno gli azzurri.

Da segnalare, infine, che i giocatori partenopei, potranno bere, sempre sotto scelta del dott. De Nicola, solamente acqua.

LEGGI ANCHE:   Spalletti: "Può succedere nelle prossime due partite!"

Un pranzo, dunque, saporito, ma allo stesso tempo salutare, per i ragazzi di Benitez.

Riccardo Nicotra