shinystat spazio napoli calcio news Valon ed Elena Bonzanni: le ultime vittime dell'incantesimo napoletano

Valon ed Elena Bonzanni: le ultime vittime dell’incantesimo napoletano


1209128_537009543018932_710802870_nI coniugi Behrami rappresentano uno tra gli esempi più espliciti e palesi di “vittime dell’incantesimo napoletano.”

Lui, Valon Behrami, centrocampista tutto tempra e muscoli, al suo secondo anno in azzurro, è fin da subito entrato in alchimia con la platea del San Paolo.
Sono bastate poche partite, infatti, a Valon per mostrare il suo instancabile piglio combattivo, così da conquistare stima ed affetto dei tifosi, capaci di tributargli ovazioni da top player e di avvolgerlo in quel caloroso e passionale abbraccio che Napoli riserva ai suoi guerrieri più validi e meritevoli, quelli che “sudano la maglia”, proprio come e quanto loro si aspettano che faccia.

A sua volta, Valon, è rimasto stregato da quel mix di colori, sapori e cordialità che contraddistingue la vita 1174786_537009439685609_1725492220_nall’ombra del Vesuvio e sogna di vincere qualcosa di importante per quella gente, da condividere e festeggiare insieme a quella gente.

Lei, Elena Bonzanni, sensuale e fulgida donna, moglie di Valon, madre di Sofia, una splendida bambina di 5 anni, ex schedina di “Quelli che il calcio”, ha rinunciato alla carriera per dedicarsi anima e corpo alla sua famiglia.
1174830_537009516352268_140067488_nAnche lei, a dispetto delle sue radici bergamasche, è rimasta rapita dalla sontuosa maestria della città nella quale adesso vive, insieme a Valon e Sofia e sogna, insieme a Napoli, di vedere suo marito ed i suoi compagni trionfare in campo per la conquista di un prestigioso traguardo.

Di recente, hanno suggellato il loro attaccamento alla città di Napoli ed ai colori azzurri, posando per un servizio fotografico che aveva come sfondo alcuni dei paesaggi partenopei più rinomati e suggestivi.

Insomma, tutto lascia presagire che, anche nel caso Behrami, fissare una clausola rescissoria sul suo contratto, appare potenzialmente superfluo.

Luciana Esposito

Riproduzione Riservata