Panorama: Juve favorita dagli arbitri? Macché, guardate il Napoli!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ad alimentare altre polemiche ci si mette Panorama. Sull’edizione online odierna del noto periodico settimanale, è possibile osservare come sarebbe stata la classifica del campionato di Serie A dopo nove giornate senza errori arbitrali, che in alcuni casi hanno influito sui risultati finali. Nonostante quanto sia successo nella giornata di ieri tra Catania e Juventus, con un gol regolarissimo annullato clamorosamente agli etnei, non è la squadra di Conte ad essere la più avvantaggiata dalle decisione arbitrali, bensì due inseguitrici: Inter e Napoli. Le due compagini hanno infatti un bel +4 in classifica grazie agli errori arbitrali, mentre la Juve è ferma a +2. Senza questi errori i bianconeri comanderebbero quindi con 5 punti di classifica sui partenopei, invece dei 3 attuali. Fortunatamente il campionato fino ad ora, oltre al prima citato episodio del Massimino di Catania accaduto ieri, procede abbastanza liscio, senza squadre particolarmente penalizzate. Unica nota stonata è la Roma di Zeman, che in classifica attualmente ha 3 punti in meno condizionati dalle decisioni arbitrali. Passivo negativo anche per Sampdoria, Parma, Palermo e Chievo (-2), Torino e Siena (-1). Ecco la classifica senza errori arbitrali:

JUVENTUS 23 (-2)
NAPOLI 18 (-4)
INTER 17 (-4)
ROMA 17 (+3)
LAZIO 15 (-3)
PARMA 14 (+2)
FIORENTINA 13 (-2)
SAMPDORIA 12 (+2)
UDINESE  11 (-1)
TORINO 10 (+1)
MILAN 10 (=)
CATANIA 10 (-1)
GENOA   9 (=)
ATALANTA   9 (=)
PALERMO   9 (+2)
PESCARA   8 (=)
CAGLIARI   8 (-3)
BOLOGNA   7 (=)
CHIEVO   5 (+2)
SIENA   4 (+1)

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

CONOSCI SPAZIONAPOLI?

SpazioNapoli è parte della grande famiglia editoriale del Nuovevoci Network, insieme a Rompipallone.it, SpazioInter.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui canali social, il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Seguici su Facebook