shinystat spazio napoli calcio news Bigon a Premium: "Contento di questi ragazzi. Scudetto? Se la Juve continua di questo passo sarà difficile. Arbitri? Ci vuole uniformità di giudizio"

Bigon a Premium: “Contento di questi ragazzi. Scudetto? Se la Juve continua di questo passo sarà difficile. Arbitri? Ci vuole uniformità di giudizio”


Ai microfoni di Mediaset Premium non si è presentato Walter Mazzarri, vittima di un calo di pressione al termine del match vinto questa sera. Al suo posto Riccardo Bigon, queste le sue dichiarazioni evidenziate da SpazioNapoli:

Mazzarri? Ha avuto un piccolo malessere, non si sentiva molto bene già da stamattina. Niente di grave comunque.

La partita di stasera non era facile, oggi come oggi è difficile con tutti. Non esistono più le squadre materasso, sono tutte ben preparate fisicamente e tatticamente. Abbiamo creato comunque un gran numero di palle gol, e dobbiamo solo essere contenti di questi ragazzi e del mister.

Non vogliamo essere l’anti nessuno, noi giochiamo le nostre partite per acquisire una certa mentalità. Se continuiamo così possiamo esserci anche noi, ma se la Juventus continua con questo ritmo, vincendo anche quando non è al massimo, sarà difficile prenderli.

Rigore per il Chievo? Ormai siamo alla saga della recriminazione, in ogni caso noi abbiamo creato tante palle gol per cui se avessimo fatto 4-5 gol non ci sarebbe stato nulla di scandaloso. In ogni caso anche per noi c’era un’espulsione di Andreolli nel primo tempo per un tocco di mano, andava ammonito nuovamente e mandato negli spogliatoi.

Una prestazione così dopo una settimana complicata è importante. Napoli a volte si fa prendere troppo dall’entusiasmo e quando le cose non vanno bene si abbatte subito. Per cui era importante vincere oggi. Io, al momento, metterei la firma per continuare così.

Episodio a Catania? Non c’è nulla di commentare, l’episodio è sotto gli occhi di tutti. Anche quando si è andati a protestare, noi a Pechino abbiamo pagato questa situazione, oggi l’arbitro non ha cacciato un cartellino. A volte vengono fatti degli errori, e quando sono clamorosi è giusto parlarne perchè non si può far finta di non vedere. Ci vuole uniformità, perchè certe volte gli arbitri non adottano lo stesso metro con tutti”.