Il capolavoro di Spalletti, Di Lorenzo come Joao Cancelo del Manchester City

L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport celebra il lavoro di Luciano Spalletti con il Napoli. Tanti i calciatori valorizzati, ma il focus viene acceso in particolare sul lavoro dei terzini e soprattutto su capitan Giovanni Di Lorenzo.

Addirittura la rosea lo paragona, per movimenti, a Joao Cancelo del Manchester City. Ecco quanto evidenziato:

Di Lorenzo Cancelo Napoli Manchester City Spalletti Guardiola

Di Lorenzo come Cancelo, il paragone sulla Gazzetta dello Sport

“Molti allenatori lavorano sul superamento dei ruoli. Nulla che non si sia già visto in tempi recenti e lontani, le tendenze sono cicliche, vanno e vengono. Spalletti ha lavorato su Giovanni Di Lorenzo come Pep Guardiola su Joao Cancelo al City da qualche anno a questa parte.

Prendere un terzino e renderlo un giocatore universale. Di Lorenzo è diventato altro dall’esterno basso che sale, si sovrappone e crossa, meccanismo naturale per un terzino moderno. Ha imparato a modularsi come centrocampista. Non è raro che si accentri e da lì premi l’inserimento di un compagno con una palla filtrante o un traversone. Terzino, mezzala, trequartista.

Sull’altra fascia, la sinistra, Mario Rui con altri mezzi e caratteristiche macina lo stesso gioco. Sia Di Lorenzo sia Mario Rui salgono e non è facile decodificarne le intenzioni: si allargano o si accentrano? Il dubbio semina esitazioni negli avversari, attimi fatali che possono costare molto”.

Home » News Calcio Napoli » Il capolavoro di Spalletti, Di Lorenzo come Joao Cancelo del Manchester City