Home » News Calcio Napoli » Diritti civili, Bernardeschi attacca: “Nessuno deve permettersi”, il commento in diretta

Diritti civili, Bernardeschi attacca: “Nessuno deve permettersi”, il commento in diretta

Le stringenti regole del Qatar, pese ospitante dei Mondiali di calcio, in tema di diritti civili hanno innalzato un polverone di polemiche al momento dell’assegnazione, ma le polemiche continuano ad animare i salotti sportivi a Mondiale iniziato.

Ha fatto discutere il bellissimo gesto della Germania, i tedeschi hanno protestato contro ogni tipo di discriminazione tappandosi la bocca con la mano, come simbolo di vicinanza a tutte le minoranze, in particolare quelle colpite dai regolamenti poco inclusivi del Qatar.

DOHA, QATAR – NOVEMBER 23: Germany players. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Bernardeschi polemico: “Quando si calpestano i diritti civili, il mondo dovrebbe insorgere”

L’ex giocatore della Juve ed attuale compagno di squadra al Toronto di Lorenzo Insigne, Federico Bernardeschi, ha espresso la sua opinione sul tema in diretta a Rai 1. Di seguito quanto dichiarato:

LEGGI ANCHE:   Infortunio al Mondiale, si teme per un azzurro: "È in dubbio per la gara di domani", le parole del CT

“I diritti civili e la libertà di espressione e il poter scegliere il proprio credo sono una cosa inviolabile. Nessun governo, nessuna amministrazione deve e può violare questi diritti. Quando si calpestano i diritti civili il mondo dovrebbe insorgere. Ci sono persone che hanno fatto la storia che hanno combattuto per i diritti civili e noi siamo qui a dire sì ma forse, s’ ma perchè, no, non c’è storia. Sono emozionato nel dire queste parole”.

Giuseppe Esposito