Home » News Calcio Napoli » Infortuni Politano e Osimhen: il medico del Napoli svela i tempi di recupero

Infortuni Politano e Osimhen: il medico del Napoli svela i tempi di recupero

Nelle ultime settimane gli azzurri, come diverse altre società, hanno dovuto fare i conti con alcuni infortuni e, purtroppo, in una stagione come questa, con lo svolgimento del mondiale in inverno e le tante partite ravvicinate, aumentano le possibilità per i giocatori di infortunarsi.

Nello specifico, in casa Napoli nelle ultime settimane i giocatori che hanno subito uno stop sono stati Osimhen e Politano, addirittura, l’esterno offensivo ha abbandonato il ritiro della nazionale per fare ritorno a Napoli.

Politano
Matteo Politano (Photo by MIGUEL MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Proprio di questa situazione legata agli infortuni e non solo, ne ha parlato il dottor Raffaele Canonico, responsabile dell’area medica del Napoli, ai microfoni di Radio KissKissNapoli.

Queste le sue parole:

Su Politano: “Politano ha avuto questo brutto infortunio, un trauma distorsivo alla caviglia e, avendo parecchio dolore, è uscito contro il Milan. Ha una lesione ad un legamento della caviglia, parliamo di una distorsione di primo grado; quindi, una prognosi di circa tre settimane poi dipende ovviamente da come si evolve la situazione.  In nazionale ha subito svolte le terapie e ora sta continuando da noi, la caviglia sta migliorando molto, vedremo la prossima settimana”.

Su Osimhen: “Siamo al diciassettesimo giorno dall’infortunio, Osimhen ha avuto il classico infortunio del centometrista e, infatti, è interessato il bicipite femorale. Ha avuto una lesione di secondo grado, è una zona delicata e c’è bisogno di un’attenzione maggiore. Prima della Cremonese diventa una settimana cruciale, se la fase di riabilitazione continua così, l’obiettivo è proprio il match contro i grigio-rossi. È un giocatore molto fisico e anche il fatto che non si tira mai indietro ovviamente aumenta i rischi. Non ha mai avuto infortuni muscolari, questo il primo. Indossa ancora la maschera per avere quella tranquillità in più, se poi c’è anche un po’ di scaramanzia bisogna chiederlo a lui”.

Su Demme: “Demme ha ripreso in gruppo, abbiamo rispettato tutti i tempi, forse anche guadagnato qualche giorno. Sta facendo tutto e anche bene, la condizione fisica è ottima ma ovviamente deve ritrovare quelle dinamiche dei contrasti e del lavoro di squadra, è pienamente recuperato”.

12 gare in 42 giorni, come si gestiscono? “Ormai ci abbiamo fatto l’abitudine, trovo un lato positivo: riusciamo ad avere una settimana tipo tra il Bologna e la Roma. La parte stressante sono i viaggi. Per recuperare da una partita ci vogliono dalle 48 alle 72 ore e spesso ci ritroviamo dopo 2 giorni ad essere già in rifinitura per il prossimo match. Bisogna gestire anche gli allenamenti che diventano di mantenimento, non si può forzare. I lavori di prevenzione e quello dei fisioterapisti ci danno una grande mano, spesso trattiamo i giocatori stesso al termine della partita”.

Sul mondiale in inverno: “In realtà è una finestra temporale quasi sovrapponibile a quella che abbiamo avuto tra la fine dello scorso campionato e l’inizio di questo.
Non abbiamo ancora quantificato quanti giorni, ma daremo una pausa ai giocatori.
Ovviamente andranno fatto delle partite amichevoli, immagino anche un periodo di mini-ritiro.
Poi bisogna gestire anche coloro che tornano dal mondiale, c’è da valutare anche se vanno avanti o meno nel mondiale”.

Si sta giocando troppo? “Le squadre hanno più o meno gli stessi infortuni, poi dipende dal periodo in cui avvengono. È stato dimostrato che giocando ogni 3 giorni, alla 4/5 partita consecutiva aumenta il rischio di infortunarsi, è un dato scientifico. Poi ci sono giocatori come Callejon che ha giocato tantissime partite senza mai farsi male. Avendo 16/17 nazionali alcuni ragazzi fanno oltre 60 partite all’anno e sono tantissime”.

Sullo staff medico del Napoli: Vorrei ringraziare tutto il mio staff, i complimenti vanno a tutti loro, è grazie a questa collaborazione che riusciamo ad ottenere importanti risultati”.

A conferma delle parole del dottor Canonico, è arrivato il report dell’allenamento odierno da parte del Napoli, questo il comunicato:

LEGGI ANCHE:   Raspadori da record! È quarto in una speciale classifica della Nazionale

“Seduta ,mattutina per il Napoli all’SSCN Konami Training Center. Gli azzurri si allenano nella settimana della sosta per gli impegni delle Nazionali. Il campionato ricomincerà il primo ottobre con Napoli-Torino in programma allo Stadio Maradona alle ore 15 per la ottava giornata di Serie A.

La squadra ha iniziato la sessione con circuito in palestra. Successivamente fase di attivazione sul campo 2. Di seguito il gruppo ha svolto lavoro tecnico con l’ausilio di sagome e serie di partitine 8 contro 8.

Politano ha fatto terapie e allenamento personalizzato in palestra. Osimhen terapie e personalizzato in campo”.