Home » News Calcio Napoli » Spalletti: “Sapevo sarebbe successo! Zielinski sa che succederà quest’anno!”

Spalletti: “Sapevo sarebbe successo! Zielinski sa che succederà quest’anno!”

Il campionato del Napoli inizia nel miglior modo possibile. Gli azzurri trionfano per 5-2 e archiviano la pratica Verona.

Al termine del match, Luciano Spalletti è stato intervistato ai microfoni di DAZN. Il tecnico di Certaldo ha analizzato il periodo e la partita degli azzurri; poi ha speso belle parole anche per Piotr Zielinski e Stanislav Lobotka.

Spalletti Verona Napoli
Luciano Spalletti Verona Napoli (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

DI seguito quanto evidenziato dalla nostra redazione:

“Abbiamo vinto la partita in maniera abbastanza netta, delle scelte e delle prese di campo da dover far male. Per come abbiamo giocato nel primo tempo è una partita che doveva essere sul 2-2. L’inizio del secondo tempo non va bene, dovevamo prevalere fin da subito”.

Ieri in conferenza stampa ero sicuro che avremmo offerto una grande prestazione, li ho visti orgogliosi di farsi valere. C’è da alzare ancor di più il ritmo e far male sempre di più“.

LEGGI ANCHE:   Tifosi entusiasti degli azzurri: è successo per Ajax-Napoli

Zielinski? “Oggi è stato perfetto negli inserimenti e nei ripiegamenti, non ha perso un pallone. Ha fatto un gran gol dopo un inserimento di sessanta metri ha avuto una grande lucidità. Zielo è il primo ad essere rammaricato per quello che è stato il campionato precedente. Quest’anno sa che sarà diverso e l’ha confermato alla prima”.

Lobotka? “Nello stretto Lobo è capace di fare queste rotazioni e queste sterzate, oggi Lobotka sembrava Iniesta. Ha giocato una partita eccezionale, ha portato la squadra ad avere la possibilità di attaccare gli spazi. Con i suoi movimenti ha dato il via a ripartenze incredibili, per non parlare del gol che è di una qualità straordinaria”.

Ci sono dei giocatori capaci di trascinare la squadra? “C’è Di Lorenzo che investito della fascia di capitano che nelle decisioni che ha preso delle decisioni all’interno dello spogliatoio che mi è piaciuto tantissimo. Sono tutti molto motivati, se riusciamo a coinvolgere anche i tifosi allora ci divertiamo. Devono stare tranquilli perché quelli che indossano questa maglia sanno di dover portare in campo l’amore dei nostri tifosi”.

Kvara? “Ha fatto vedere in alcuni momenti di andare leggero in alcune situazioni che potevano essere lo sbocco per la nostra squadra. Ha una tecnica sopraffina. L’ho tolto perché ha sentito un muscolo tirare; era emozionato per il debutto. Migliorerà molto”.