MIhajlovic in conferenza: “Tanti assenti, ma saremo in undici e il Napoli sarà stanchissimo”

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla viglia della sfida contro il Napoli di domani.

Di seguito le principali dichiarazioni evidenziate dalla nostra redazione:

UDINE, ITALY – OCTOBER 17: Sinisa Mihajlovic head coach of Bologna FC looks on during the Serie A match between Udinese Calcio and Bologna FC at Dacia Arena on October 17, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

“Di quelli che hanno avuto il Covid abbiamo recuperato tutti, ma oggi è il primo allenamento che possono fare. Ci sono diversi giocatori acciaccati dopo la partita contro il Cagliari. Alcuni hanno recuperato alcuni no. In undici comunque ci saremo. Orsolini non ha recuperato”.

“Sono anche sicuro che non farò giocare Medel. Dove posso non rischiare i giocatori, non lo farò. In quel ruolo ho la possibilità di scegliere un altro, quindi non rischierò Medel. Probabilmente entrerà a gara in corso, ma non giocherà dall’inizio”.

“Skov Olsen sta facendo bene. Anche a Cagliari ha fatto bene. Qualche volta dovrebbe essere più propositivo, nonostante non giochi nel suo ruolo. Abbiamo tante soluzioni, quindi non ho ancora chiaro come e chi farò giocare domani, ma su Skov so che posso contare per due ruoli”.

“Arnautovic? Una punta gioca per i gol, però lui si sacrifica anche molto. Non mi preoccupa la sua astinenza dalla rete, considerando che ha giocato anche non in condizione. Ora sono sicuro che nelle prossime partite potrà dare il meglio”. 

“Skorupski? Il problema del portiere è che quando fa un errore gli si da subito la colpa, perché si prende gol. Io però sono contento di Lukasz, sono molte di più le partite in cui ha fatto bene che quelle in cui ha giocato male”. 

“Dominguez per ora è disponibile. Aspettiamo la sosta poi vediamo, se si dovesse operare si parlerà di almeno 3 mesi, se va tutto bene. Nulla però è ancora deciso”.

“Spero che domani non vincano, poi che vincano tutte le altre. Ho visto la partita, se noi siamo stanchi loro devono essere stanchissimi. Loro hanno fatto diverse partite in più e sappiamo che nel calcio non vince sempre e per forza quello più forte”.