Spalletti sul tweet dello Spartak: “In Russia ci sono persone e sono società serie, poi c’è lo Spartak”

L’allenatore del NapoliLuciano Spalletti, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della delicata sfida di campionato contro la Lazio.

L’ex allenatore anche dello Zenit San Pietroburgo ha commentato il polemico tweet dello Spartak Mosca, che lo ritrae non scambiarsi la solita stretta di mano a fine partita con l’allenatore dei russi. Queste le sue parole a riguardo:

Il tweet dello Spartak? Per la stretta di mano… vedo questa premura nel farmi cambiare, ma io non ci penso. Pure mia mamma di 90 anni mi dice sempre “Nini, non cambiare”.

In Russia ci sono stato per tanti anni. Ci sono persone serie e società serie, poi c’è lo Spartak che decide quello che può fare e non… Per quanto mi riguarda posso dire che le offese si fanno di persona e non con i tweet. Se tu vuoi dire una cosa, la dici di persona in conferenza stampa o come me non dando una mano”.

A nessuno è però interessato vedere i calciatori dell’Inter che mi sono venuti tutti ad abbracciare, nonostante quello che si diceva in termini di rapporti”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI