Juric: "Il Napoli ha un equilibrio fantastico, serve una partita al top. Abbiamo diverse assenze"

Juric:

L'allenatore del Torino, Ivan Juric, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Napoli. Ecco le sue parole.

Conferenza Stampa Juric

"Già dal campionato scorso hanno alzato il livello, con Spalletti hanno sempre vinto. Hanno un equilibrio fantastico, se li attacchi alti sono velocissimi e se ti abbassi ti colpiscono con il palleggio. Serve una partita al top, speriamo vada bene.

Il Napoli ha affrontato squadre che li aspettavano bassi e hanno preso quattro gol, chi li ha affrontati a viso aperto anche ha subìto. Spalletti è il top assoluto, riesce a sfruttare al meglio tutte le potenzialità della sua squadra. Ci sono tante difficoltà diverse in questa gara, loro riescono sempre a trovare il modo per fare gol. Serve fare tutto bene

Sono contento per Belotti. Comincia a essere disponibile, lui è un giocatore muscolare e fisico e ha bisogno di tempo per entrare in forma, sicuramente adesso non sarà al top. Piano piano darà il mio contributo, dopo la prossima sosta se tutto va bene sarà il Gallo del passato. Zaza è più o meno uguale, ha avuto un altro tipo di infortunio e ha fatto lo stesso programma del Gallo. Alternava un po' da solo e un po' con noi, anche lui è disponibile.

Prosegue il recupero di Praet, dovrebbe essere disponibile per la prossima partita: questa è l'idea. Linetty è disponibile.

Sanabria deve ancora tornare, è una problematica. Ha fatto la partita, ha viaggiato tutta la notte con il fuso orario e ora decidiamo cosa fare. Rincon arriverà ancora più tardi. Sono cose che noi allenatori dobbiamo accettare, ma non siamo riusciti a preparare la partita. Vediamo se arrivano in tempo per l'allenamento di oggi, poi valutiamo.

Chi parte avanti tra Belotti e Zaza? Più o meno uguale. Il Gallo non poteva correre per lungo periodo, Zaza ha aumentato piano piano. È questa la differenza nella griglia di partenza tra i due. Non abbiamo fatto amichevoli, è difficile capire le loro condizioni. Andiamo un po' a indovinello. Fisicamente sono alla pari, nessuno è in vantaggio.

Non so cosa dire ai tifosi del Napoli dopo quel Napoli-Verona, ne abbiamo già parlato l'ultima volta. Il mio pensiero è quello di dare sempre il massimo, lo avevo già detto. È stata una partita come tutte le altre, come avevo preparato la Juve due settimane fa. Ognuno reagisce come vuole, l'importante è che la squadra faccia bene.

Penso che Izzo stia lavorando bene, le mie preferenze in questo momento sono altre, è un fatto tecnico, non è mai una cosa definitiva, anche in altri ruoli. È sempre un fatto tattico e di scelta tecnica, chi vedo meglio gioca, non è mai una cosa definitiva.

Non possono esserci due punte, nessuno dei tre coesiste con l'altro: si può fare, ma è un calcio totalmente diverso. Per come siamo strutturati quando recupereremo tutti, la squadra andrà nella direzione dei due trequartisti. Ci sono attaccanti che collaborano bene, per me i nostri sono tutti prime punte: se ne metti un altro, perdono un po'. Provo anche in allenamento, ma non ho belle sensazioni".

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

Danilo De Falco
Leggi i suoi articoli
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram