Emozionante Osimhen: “Vendevo l’acqua per strada, ma ora sto vivendo un sogno”

Victor Osimhen è il calciatore africano più pagato della storia del calcio, e dopo le difficoltà dello scorso anno dovute ad infortuni e covid, sta vivendo un momento d’oro. Il miglior giocatore del mese di settembre ha rilasciato una commovente intervista su YouTube ad un suo compagno di Nazionale, King Ekong. Ecco quanto tradotto dalla nostra redazione:

“Sto bene. Vero, sono stato il calciatore africano più pagato della storia e sto vivendo il sogno di un bambino nato in una baraccopoli. Volevo diventare un calciatore professionista, ispirato da grandi leggende come Didier Drogba, Odion Ighalo, Mikel Obi. Sentivo di poter realizzare questa impresa, una delle più importanti della mia vita, e sono veramente grato per tutto questo!

FOTO IMAGO

Dove sono cresciuto nulla era promesso: tutto ciò che volevi lo dovevi ottenere lavorando sodo. Ricordo che mentre crescevo, pulivo la grondaia del mio defunto padrone di casa per 20 Naira (moneta nigeriana, ndr.). Possa la sua anima riposare in pace. Inoltre facevo le pulizie per i vicini che abitavano vicino casa mia, portando loro l’acqua per 80 Naira e provavo piacere nel fare queste cose perché lavoravo duramente per ottenere questi soldi, e questo era molto importante per me perché spendevo questi soldi per aiutare la mia famiglia.

FOTO IMAGO

Quando mio fratello è cresciuto, vendeva giornali mentre mia sorella vendeva arance. È vero, vendevo acqua in strada in mezzo al traffico. Sceglievo le macchine e davo l’acqua, poi davo il resto. La mia famiglia ha passato tutto questo, se non cose peggiori di quelle che ho vissuto io. Queste lotte mi hanno aiutato a crescere e sono grato di essere dove sono oggi dopo quello che ho passato, perché mi ha reso l’uomo che sono e ringrazio Dio per questo”.

Traduzione Erika Merolla

IL VIDEO:

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI