FIGC, approvata norma anti-debiti e slittamento per il pagamento degli ingaggi: la novità sulla Serie A a 18 squadre

gravina
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Nella giornata di oggi si è tenuto il Consiglio Federale della FIGC. Tra i tanti temi del giorno, la richiesta dei club riguardante il taglio degli ingaggi dei calciatori e la norma anti-debiti.

Secondo quanto appreso dall’Ansa, il Consiglio FIGC ha deliberato il solo rinvio del pagamento della rata di marzo degli stipendi di Serie A di un mese. La scadenza slitta quindi da maggio a giugno così da rispettare comunque i criteri per l’iscrizione al prossimo campionato.

È stata invece approvata la norma anti-debiti che non consentirà ai club di Serie A e Serie B di superare il costo complessivo del monte ingaggi già previsto per la stagione 2021-22 pena il blocco del mercato. L’unico modo per poter superare questa cifra sarà presentare una nuova fideiussione a garanzia dello sforamento.

Nel corso della conferenza stampa successiva, ha parlato il presidente della FIGC Gabriele Gravina:

“C’è un’idea e un progetto al quale ho lavorato e che sottoporrò a tutte le componenti, se questo si verificherà, già a partire dal 2023/24 avremo una Serie A a 18”

Mi interessa una riforma del sistema calcio italiano, molto più ampia della serie A. Anche se il campionato a 18 squadre sta diventando un tema comune anche per altre federazioni, così come i playoff e playout

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Segnala a Zazoom - Blog Directory