Home » News Calcio Napoli » Rider rapinato a Napoli, Fares da applausi: ricompra il motorino con un'ingente donazione

Rider rapinato a Napoli, Fares da applausi: ricompra il motorino con un’ingente donazione

Fares donazione. Sono passate ore dal video condiviso in rete riguardante il furto dello scooter ai danni di un rider ed è già partita una raccolta fondi a favore del malcapitato. Non solo: il cuore dei napoletani sta facendo la differenza e minuto dopo minuto la cifra raccolta aumenta a dismisura. L’obiettivo inizialmente era quello di raccogliere 5 mila euro ma è stato non solo superato, addirittura raddoppiato e nelle prossime ore verrà sicuramente triplicato.

FARES DONAZIONE DI 2.500 EURO PER IL RIDER RAPINATO A NAPOLI

C’è un nome che spicca su tutti tra le donazioni fatte (e rese pubbliche) sul portale GoFundMe (QUI IL LINK PER DONARE). A spuntare su tutte è la donazione fatta a nome di Mohamed Fares dall’ingente importo di 2.500 euro, in pratica il valore dell’intero motorino.

fares donazione

Sarà proprio il campione della Lazio ad aver donato una somma così ingente? La conferma dovrà per forza arrivare dal protagonista, oltre il nome e la cifra non ci sono altre informazioni, ma se fosse confermato sarebbe un gesto da standing ovation. Il rider 50enne e padre di famiglia, secondo le prime testimonianze, sarebbe tornato al lavoro già dopo la rapina, utilizzando un’auto per gli spostamenti.

LEGGI ANCHE:   "Giuntoli è stato il primo a chiedercelo": retroscena a sorpresa in diretta!

RACCOLTA FONDI MOTORINO RUBATO A NAPOLI

Vale la pena riassumere i fatti: nella serata di domenica un rider napoletano, Giovanni, un uomo di 50 anni, è stato accerchiato e pestato da un gruppo di sei balordi. L’uomo stava solo svolgendo il proprio lavoro di consegna presso Calata Capodichino quando è stato raggiunto, accerchiato, picchiato e costretto a cedere il motorino. Cinque di quei balordi sono stati arrestati e lo scooter ritrovato.

Il tutto è stato filmato da alcune persone su un balcone e divulgato. In pochi minuti è diventato virale sui social e tutti i napoletani si sono attivati per rendere giustizia almeno economica al malcapitato. La cifra raggiunta dalla raccolta fondi è ingente e fa credere che ci sia anche e soprattutto tanto di buono in questa città.

LEGGI ANCHE:   C’è l’offerta ufficiale per l’obiettivo in attacco: concorrenza dalla Serie A e non solo

LE PAROLE DI FARES

Alcune ore dopo arriva la reazione a caldo di Fares, che dice: Ho visto su Instagram un post di un mio amico di Napoli e sono venuto a conoscenza di questo episodio. La vicenda mi ha particolarmente colpito ed ho deciso di agire in prima persona.Ho notato un link tramite il quale era possibile effettuare una donazione e l’ho voluta effettuare in forma anonima perché non volevo che questo mio gesto suscitasse clamore mediatico. Ciò, però, è accaduto, la mia intenzione era quella di aiutare una persona in difficoltà“.