shinystat spazio napoli calcio news Dribbling, gol e sacrificio: Politano spazza via le critiche!

Dribbling, gol e sacrificio: Politano spazza via le critiche!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il Napoli ha annichilito l’Atalanta, Gattuso ha completamente imbrigliato il gioco di Gasperini. Soprattutto una mossa tattica in fase offensiva ha mandato in completa confusione la retroguardia nerazzurra: per battere la consueta marcatura a uomo dei bergamaschi, Gattuso ha dato mandato ai suoi esterni di tagliare verso il centro. Lozano e Politano ne hanno beneficiato ampiamente, realizzando complessivamente ben tre reti. Se, ormai, stupisce sempre meno la costanza sotto porta del messicano, a sorprendere è la maggiore incisività mostrata da Matteo Politano.

‘Golitano’ spazza via le critiche

L’ala ex Inter ha avuto molte difficoltà all’inizio della sua esperienza partenopea, alimentando lo scetticismo di tifosi e addetti ai lavori. Nel finale della scorsa stagione ha mostrato maggiore concretezza, ma in questo avvio di campionato sta cercando la consacrazione definitiva: due gol nelle prime tre partite, nonostante appena 90′ di gioco effettivi. Se all’inizio sprint dell’ala di Roma sommiamo il gol nell’ultima giornata dello scorso campionato contro la Lazio arriviamo a ben tre gol nelle ultime quattro partite. Chiamatelo se volete ‘Golitano’. Numeri da attaccante titolare, non da “seconda scelta” sugli esterni. Il gol contro l’Atalanta è una perfetta sintesi della specialità della casa: dribbling a rientrare verso il centro e rasoiata mancina sul primo palo. La quarantena obbligatoria di Elmas e Zielinski, oltre all’infortunio di Insigne, consentirà a Politano di avere maggiore continuità. Contro AZ Alkmaar in Europa League e Benevento in campionato potrebbe, e dovrebbe, partire ancora titolare, con la possibilità di alimentare questo fantastico inizio di stagione.

L’esterno perfetto per Gattuso

Gli esterni di Gattuso devono correre, con la palla e senza, in fase offensiva e non. Da questo punto di vista Politano può essere l’uomo giusto tatticamente in molte situazioni: esemplari i suoi tagli verso il centro che hanno affettato la difesa della Dea. Il numero ventuno azzurro ha mostrato tutte le sue qualità nel dribbling, con Gosens, non uno qualunque, che è più volte andato in difficoltà nell’uno contro uno. Oltre a tutto questo, Politano ha mostrato anche tanta abnegazione in fase difensiva. Nell’ora di gioco disputata, l’ex Sassuolo si è speso a tutto campo, pressando l’Atalanta in fase di impostazione e aiutando Di Lorenzo nelle, pochissime, folate degli esterni nerazzurri.

NICOLAS IANNONE

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy