shinystat spazio napoli calcio news Avigan Coronavirus, il Pascale testa il farmaco usato in Giappone

Coronavirus, il Pascale testa l’Avigan: il farmaco usato in Giappone. Ne aveva parlato il dott. Ascierto a SpazioNapoli

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter
Avigan Coronavirus

AVIGAN CORONAVIRUS – La sanità campana ancora una volta fa una passo avanti nella lotta al Coronavirus. Dopo il Tocilizumab, verra testato dai ricercatori del Pascale, l’Avigam, farmaco antivirale utilizzato in Giappone.

A parlarne è l’edizione odierna de “Il Corriere del Mezzogiorno”. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

AVIGAN CORONAVIRUS

Avigan Coronavirus

“La proposta è arrivata da Pechino in una lettera dell’Ambasciata italiana in Cina, indirizzata al Presidente della Regione Vincenzo De Luca. Quest’ultimo aveva segnalato la disponibilità a una collaborazione scientifica direttamente al premier cinese. A chiedere ai ricercatori napoletani di sperimentare un farmaco finora conosciuto come un anti influenzale è stato Wan Guiqiang, presidente della Chinese Society of Infectious Diseases. I rapporti fra il Pascale e la comunità scientifica cinese sono, da tempo, molto solidi. Franco Buonaguro, direttore della Virologia del polo oncologico partenopeo, da coordinatore del Global Virus Network in Italia, è in contatto con China GVN dal 2011. Nei prossimi giorni il farmaco arriverà al Pascale per dare il via alla sperimentazione. Insieme con il farmaco i cinesi hanno annunciato che invieranno anche forniture di mascherine, tute protettive e altro materiale sanitario”.

ASCIERTO AVIGAN

Del farmaco importato dal Giappone ne aveva già parlato alcuni giorni fa il dottor Paolo Ascierto, in un’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di SpazioNapoli. Eccone un estratto:

Un altro farmaco utilizzato in Giappone per contrastare l’epidemia è l’Avigan. Secondo Pubmed il farmaco ha riscontri positivi. Anche in Italia si discute del suo eventuale utilizzo: ci sa dire altro sulla sua efficacia e sulla possibile somministrazione nel nostro Paese?
“Nelle ultime settimane si è anche discusso di questo farmaco di cui già si conosceva l’esistenza ma dopo il clamore che si è creato è stato avviato dall’Aifa uno studio così da poterne definire una volta e per tutte e in modo scientifico la sua validità”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy