shinystat spazio napoli calcio news Gattuso: "Ho avuto paura perché mancava continuità: obiettivo 40 punti. Non dormo la notte se penso a Barcellona"

Gattuso: “Ho avuto paura perché mancava continuità: obiettivo 40 punti. Non dormo la notte se penso a Barcellona”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Gennaro Gattuso è intervenuto ai microfoni di Sky al termine di Brescia-Napoli:

“A me dà fastidio quando si pensa che venire a Brescia è come fare una passeggiata. Prepariamo le partite, vediamo video. Con il primo goal ci hanno mangiato in testa. In Serie A non ci sono partite facili. Dobbiamo fare 40 punti. Si è rischiato tanto in questo periodo, si è parlato di tutto, è meglio se si parla di calcio: per preparare le partite ci vuole veleno. Adesso la squadra sta lavorando bene, c’è uno spirito diverso e mi piace. Nel secondo tempo c’è stata una grande reazione.

Arrivare in Europa dopo quello che abbiamo passato è importante. Sappiamo che il Barcellona ci può mettere in difficoltà, prepariamo le nostre carte.

Ringrazio la società, il ds, il presidente che mi ha preso giocatori importanti. E’ difficile scegliere la formazione se stanno tutti bene. Dobbiamo pensare partita dopo partita e arrivare a 40 punti. Ho avuto tanta paura perchè la squadra era fragile, non trovava continuità. Siccome per tanti anni non ho fatto altro, sono stato nel mondo del calcio. Non è stato facile, dobbiamo continuare. Contro l’Inter, Barcellona, Torino sarà dura: dobbiamo farci trovare pronti. Abbiamo giocatori forti, è un dato di fatto.

Eravamo piatti, c’è stato un palleggio sterile: il primo tempo lo abbiamo sbagliato.

Ho la febbre, speriamo nulla di grave. Non mi sento bene. Non mi far pensare a Liverpool, già sto scappando (ride, ndr). Quando parlo con i miei colleghi chiedo ‘Ma voi dormite?’, perchè io faccio fatica. E’ già qualche anno che non passa, mi preoccupo. Fin quando reggerò però è una bella sensazione”.

Preferenze privacy