shinystat spazio napoli calcio news Ancelotti: "James all'Atletico? Non mi risulta. Il secondo posto non basta, ora vogliamo vincere"

Ancelotti: “James all’Atletico? Non mi risulta. Il secondo posto non basta, ora vogliamo vincere”


Ancelotti parla ai microfoni di TV Luna

Nuovo ritiro, nuovo inizio di stagione. Il Napoli è a Dimaro da oramai 16 giorni e Carlo Ancelotti continua a lavorare con i suoi ragazzi per affrontare al meglio la tournée estera prima e l’inizio di campionato poi.

Ancelotti quest’anno ha le idee più chiare dopo la prima stagione di transizione. L’allenatore azzurro questa sera interviene ai microfoni di TV Luna per trattare diversi argomenti.

LE PAROLE

“È una responsabilità ma anche una motivazione sapere che c’è tanta gente che ci segue con affetto, simpatia e sacrificio. Ho una grande responsabilità, ma anche una grande motivazione. Il calore che ci trasmettono i tifosi è importante”.

LA PASSIONE DEI NAPOLETANI

“Come mantenere la passione sempre accesa dei napoletani? L’entusiasmo credo si aumenti con il comportamento della squadra, che deve essere serio e che mostri attaccamento ai colori. Il senso di appartenenza è una componente fondamentale. Le squadre nate negli ultimi anni sono cresciute proprio grazie ai giocatori che giocavano con la stessa squadra e davano tutto per essa. Al tifoso piace vedere una squadra che non molla mai e che lotta fino all’ultimo minuto, a prescindere dal risultato”.

L’APPORTO DI ANCELOTTI

“Io posso aiutare il Napoli ed il Napoli deve aiutare me. Con la società e tutta la tifoseria c’è bisogno di fare un’unione molto forte. Questa è la chiave del successo. Sono un tipo che si affeziona molto facilmente. Per un allenatore è strano dirlo, ma mi sento molto tifoso del Napoli. La scintilla è scoccata nel momento in cui ho deciso di allenare il Napoli. Poi con il tempo ho conosciuto le persone, l’ambiente e la squadra. È un contesto che mi piace, mi soddisfa e riesco ad esprimere il meglio di me stesso”.

DIMARO

“Non è cambiato molto rispetto allo scorso anno, si lavora bene qui. Ricambiamo l’affetto impegnandoci tanto. Ci sono tanti allenamenti a porte chiuse nel calcio moderno, noi non abbiamo segreti e ci fa piacere che i tifosi possano venire a vederci”.

ALLENAMENTI A PORTE APERTE

“Stiamo valutando con la società l’ipotesi di allenarci qualche volta a porte aperte al San Paolo. A Castel Volturno sarebbe impossibile per questioni di spazio e sicurezza. Noi non abbiamo segreti e tutti possono vedere i nostri allenamenti”.

IL SEGRETO DI ANCELOTTI

“Non esiste. Nel calcio è stato scoperto tutto e noi abbiamo uno staff di grande livello, così come tutta la società. Ci sono tutte le condizioni per vincere qualcosa”.

VINCERE

“Penso sia il momento di vincere di nuovo un trofeo. Tutti lo vogliamo e c’è motivazione. Quando arrivai a Madrid erano 12 anni che non si vinceva la Champions. Era un’ossessione, ma non deve essere così. Più che altro un sogno e un obiettivo”.

JAMES RODRIGUEZ

“James all’Atletico? Non mi darebbe fastidio, ma non mi risulta. Non sono attento al mercato, ma il 99% delle informazioni di mercato sono errate. La trattativa per James al Napoli è ancora aperta, ma non è l’unica. Elmas è molto vicino e speriamo si chiuda subito, è molto interessante. Mancano piccoli dettagli e speriamo arrivi prima della fine del ritiro”.

COME BATTERE LA JUVE

“Bisogna migliorare la qualità della rosa, ma dobbiamo prendere un nome per scaldare la piazza. La piazza si deve scaldare vedendo un gioco di qualità, migliore rispetto allo scorso anno e con le motivazioni giuste. Il 31 agosto saremo tutti contenti”.

GIANLUCA GAETANO

“Gaetano quest’anno a Napoli? È un profilo molto interessante e ha fatto molto bene in Primavera lo scorso anno. Lo sto utilizzando a centrocampo, perché voglio che sviluppi altre caratteristiche, dato che può crescere tanto. Stiamo valutando se tenerlo con noi o darlo in prestito”.

LA TIFOSERIA

“L’ambiente Napoli è difficile da affrontare. Le squadre avversarie devono venire a giocare al San Paolo con rispetto ed educazione. Ricordo che quando arrivavo da avversario l’atmosfera rendeva tutto più complicato”.

COSA MANCA

“Con l’arrivo di Di Lorenzo, Manolas e spero Elmas, l’obiettivo ora è quello di migliorare qualitativamente tra la difesa e il centrocampo avversario”.

IL BLASONE DEL NAPOLI

“Napoli è una piazza appetita da tanti, sia per quanto fatto dal Napoli in questi anni, per essere una squadra giovane. C’è il mare, il sole. È appetibile da tanti giocatori, anche che nessuno può immaginare”.

ANCORA JAMES

“Sono molto legato a James Rodriguez, è un ragazzo che stimo tanto. Qui c’è da migliorare la squadra e con lui si può fare. Però ci sono anche altri profili che possono migliorarci. James l’ho voluto io al Bayern ed il primo anno è stato tra i migliori giocatori della Bundesliga. Monaco è un ambiente difficile sia per la lingua che per la società. Non ha bisogno di rilanciarsi, noi stiamo lavorando su di lui, ma non solo”.

I NEMICI

“Io non ce l’ho con nessuno nel mondo del calcio. Tanti rivali sportivi, ma niente più. Sotto sotto con qualcuno ce l’ho, ma non te lo dico (ride, ndr)”.

IL MERCATO

“La rosa è molto completa. Lo scorso anno con l’arrivo di Fabián, Meret, Verdi è migliorata tanto. Stiamo facendo un passo alla volta, anche con l’arrivo di un grande difensore come Manolas. Ora tutti giustamente sono eccitati per il grande nome, ma non dipende tutto da noi; il 31 agosto saremo tutti felici. I nomi che circolano sono tutti giusti, mettiamoci anche un po’ di pepe e un po’ di sale”.

COME RENDERE FELICI I TIFOSI

“Gli dobbiamo portare qualcosa, il secondo posto non basta più. Parlare di secondo posto mi porta la pelle d’oca. Vogliamo tutti vincere ora”.

Per seguire tutte le news sul calcio Napoli clicca QUI